COMMENTA QUESTO FATTO
 

Mentre la crisi internazionale sta mettendo in pericolo le forniture di gas da Ucraina e Russia costringendo il ministro Scajola ad aumentare le forniture dagli altri paesi (Gran Bretagna, Libia, Algeria, ecc) il presidente della Regione Veneto, Giancarlo Galan, manifesta la propria soddisfazione per la futura mancata dipendenza del Veneto alle traversie generali: "Si parla tanto, forse troppo, della cosiddetta questione settentrionale, dei rapporti tra PdL e Lega Nord, di cosa sarà  o non sarà  il Pd tra Torino e Venezia, ma ciò che più mi interessa in questo momento è dire che fra qualche mese il Veneto non avrà  bisogno del gas russo".

galan_.jpg

Il governatore continua: "Lo posso dire visto che siamo l'unica regione in Italia ad aver realizzato un grande rigassificatore. Un rigassificatore che contribuirà  al 17% del fabbisogno nazionale di energia. Sono primati del genere che fanno capire come meglio non si potrebbe che l'unica questione settentrionale che ci interessa da vicino e la più immediata attuazione del federalismo fiscale."
La questione del gas per ribadire la "capacità " di indipendenza del Veneto, quindi: "Se il Veneto ha dato risposte a buona parte dei suoi bisogni infrastrutturali ciò lo si deve al suo peso politico e al sostegno che abbiamo sempre ricevuto dai governi Berlusconi. Ma se vogliamo andare ancora più avanti ciò che ci deve essere dato è il federalismo fiscale che consentirà  a noi e al resto dell'Italia di diventare per davvero una grande potenza economica e industriale. Per concludere mentre gli altri tremano il Veneto, tra inverno e primavera, non dipenderà  più da nessuno in fatto di energia".

Giorgia Pradolin

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here