Gabriele Paolini testimonial in discoteca per rassegna sexy, va in confusione, cade e batte la testa. Ricoverato

ultimo aggiornamento: 19/07/2015 ore 12:46

231

gabriele paolini in discoteca batte testa ricoverato

Gabriele Paolini in discoteca batte la testa e viene ricoverato, ovvero: com’è inquieta la vita dell’ex disturbatore tv.
Il malore da cui è nato tutto è avvenuto in una discoteca del Vicentino questa notte.
Gabriele Paolini, noto disturbatore televisivo, sotto processo a Roma per pedofilia, è ritornato libero da pochi giorni dopo quasi due anni di arresti domiciliari.

Gabriele Paolini era invitato come testimonial nella discoteca “Nuovo Blu Vicenza” di Torri di Quartirolo, in occasione di una serata di esibizioni erotiche organizzata da Federico De Vincenzo, ex manager della showgirl e pornostar Sara Tommasi.


“Al termine dell’esibizione di Giustina Rosy Maggiulli, ex del Grande Fratello 11 – ha riferito De Vincenzo all’ANSA – lei ha invitato Paolini sul palco e gli ha dato un bacio. Lui è andato in confusione, ha cominciato a dire ‘Rosy Maggiulli mi ha cambiato la vita’, poi è caduto a terra, battendo la testa. C’erano più di mille persone in sala, siamo rimasti di sasso. Abbiamo provato a rianimarlo con acqua fresca, poi abbiamo chiamato il 118”.

Paolini è stato trasportato all’ospedale di Vicenza, dove è stato sottoposto ad esami. Le sue condizioni non hanno destato particolare preoccupazione.
L’ex disturbatore tv è poi stato dimesso dal pronto soccorso di Vicenza poco prima delle sei di questa mattina. Per i sanitari, si è trattato di uno stato ansioso.

Paolini, 40 anni, è diventato famoso come disturbatore dei giornalisti televisivi. Dagli anni Novanta, per anni è apparso dietro di loro in diretta con cartelli provocatori, facendo gesti scurrili o gridando insulti.
Famoso l’episodio nel quale il giornalista Paolo Frajese lo prese a calci. Per questi fatti Paolini ha ricevuto condanne penali per molestie.


Parallelamente a questa “attività” di disturbatore, ha anche girato film pornografici. Nel novembre 2013 è stato arrestato a Roma per sfruttamento della prostituzione minorile. L’accusa era di aver pagato 5 minorenni maschi per fare sesso con lui. Nell’ottobre 2014 è stato rinviato a giudizio per questa inchiesta.
Il 13 luglio gli sono stati revocati gli arresti domiciliari dopo quasi due anni.
Il giorno dopo è stato rinviato a giudizio a Roma per aver palpeggiato il sedere a una giornalista Rai durante una diretta.

19/07/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here