Furto notturno a Equitalia di Mestre, sfondata vetrata con l’estintore

ultimo aggiornamento: 03/01/2015 ore 12:20

164

furto notturno equitalia mestre

I Carabinieri della Compagnia di Mestre, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno arrestato per il reato di furto aggravato BEHJAOUI SALAH EDINE, marocchino 28nne, in Italia senza fissa dimora.

L’uomo, nel corso della notte del 31 dicembre scorso, si era introdotto all’interno degli uffici di Equitalia e della Coldiretti Veneto, siti entrambi in un condominio di via Torino a Mestre, asportando materiale di cancelleria e materiale informatico.


I militari dell’Arma, a seguito di una segnalazione di allarme per una sospetta intrusione pervenuta alla Centrale Operativa, giungevano in pochi minuti presso lo stabile di via Torino che ospita le sedi di alcuni enti.

Durante l’ispezione nei locali, i militari e le guardie giurate intervenute, sorprendevano il marocchino ferito sul dito durante l’effrazione per aver sfondato le porte a vetri con un estintore.

Il giovane ladro aveva trafugato dall’uffici Equitalia prima e in quello della Coldiretti poi diverso materiale di cancelleria e materiale informatico (penne, computer portatili, hard disk, memorie usb) che è stato interamente recuperato e restituito.


L’uomo una volta bloccato è stato condotto in caserma ed arrestato.

Redazione

[03/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here