sabato 22 Gennaio 2022
1.9 C
Venezia

Furto in abitazione a Musile. Carabinieri assicurano alla giustizia responsabili

Homefurti in appartamentoFurto in abitazione a Musile. Carabinieri assicurano alla giustizia responsabili

Si tratta di due cittadini marocchini, di cui uno minorenne, B.M. classe 2000, noto ai militari del luogo per numerosi precedenti di polizia oltre che per un tentativo d’omicidio consumato qualche anno prima

Musile, rissa furibonda tra marocchini per lo spaccio
E’ stato l’occhio vigile di un Carabiniere che si trovava fuori servizio a far si che un furto in abitazione venisse sventato e la refurtiva restituita ai legittimi proprietari.

E’ avvenuto ieri mattina, in località Croce di Musile di Piave, quando la proprietaria dell’abitazione nel rincasare ha notato la porta d’ingresso forzata e tutte le stanze a soqquadro.

Una pattuglia del radiomobile della Compagnia di San Donà nel frattempo era già giunta sul posto allertata da un vicino di casa che aveva visto due soggetti, di giovane età allontanarsi in fretta dall’abitazione della donna e ritenendo fosse stato commesso un reato aveva allertato sapientemente il 112.

Nel frattempo un militare della Compagnia, che si trovava fuori servizio ed abitava in quella frazione, aveva notato nei pressi della via adiacente la propria abitazione due soggetti a lui noti per vari precedenti penali e che in passato aveva già sottoposto a controllo, che si guardavano intorno con fare sospettoso.

Il militare avendo avuto notizia successivamente che in quella zona era appena stato perpetrato un furto in abitazione ha avuto l’intuizione di ricollegare quel reato ai due soggetti intravisti poco prima e pertanto, diramata la nota, ha fatto si che venissero prontamente allertate tutte le pattuglie in circuito per la ricerca dei due malfattori.

Uno di questi veniva immediatamente individuato, ancora sulla pubblica via, sottoposto a perquisizione veniva trovato in possesso di parte della refurtiva e denaro contante.

Si tratta di un cittadino di origini marocchine minorenne, B.M. classe 2000, noto ai militari del luogo per numerosi precedenti di polizia oltre che per un tentativo d’omicidio consumato qualche anno prima.

Accompagnato in caserma si chiudeva in un silenzio tombale non collaborando minimamente. Nel frattempo la vittima del furto riconosceva parte della refurtiva e pertanto il soggetto veniva dichiarato in stato d’arresto e tradotto presso il carcere minorile di Treviso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Qualche ora più tardi i militari, sempre in Musile di Piave, scovavano presso la sua abitazione l’altro complice in possesso della rimanente refurtiva ed altro denaro contante più altri preziosi probabilmente risultato di furti avvenuti nei giorni precedenti per i quali si cercherà di risalire ai legittimi proprietari.

Il soggetto, anch’egli marocchino E.H. classe 1998 con svariati precedenti alle spalle, veniva pertanto deferito all’A.G. lagunare per il concorso nel furto in abitazione.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...