9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Furto e spaccio di droga: maresciallo della Finanza di Chioggia deve risarcire

HomeForze dell'OrdineFurto e spaccio di droga: maresciallo della Finanza di Chioggia deve risarcire
la notizia dopo la pubblicità

Finto invalido a Lamezia Terme, camminava e guidava un autocarro

Quando succede che a tradire il patto d’onestà sia un “servitore nobile” dello Stato, addirittura un rappresentante della Guardia di Finanza, lo scoramento è garantito e ora Vincenzo Maresca dovrà rispondere alle gravi accuse che lo riguardano.

Sottrarre droga a spacciatori e tossicodipendenti e poi rivenderla non fa onore al militare napoletano di 46 anni residente a Chioggia, che ha gettato ombre e sospetti anche sulle Fiamme Gialle, che nulla hanno a che spartire con questa brutta vicenda. L’accusa è grave e delicata.

Maresca, ex maresciallo della guardia di Finanza, era anche al servizio alla Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica e dovrà rispondere ai danni d’immagine procurati e risarcire lo Stato con 15.000 euro a titolo di danni e disservizi procurati.

Questa la decisione della Corte dei Conti di Venezia che interagisce con il patteggiamento concordato in sede penale nel 2008, che ha condannato il Maresca a tre anni e due mesi di reclusione per detenzione di stupefacenti peculato e falsità ideologica, nonché la rimozione conseguente dell’incarico.

Una sentenza significativa per un pubblico ufficiale che ha violato impunemente la legge e che la Procura Contabile avrebbe voluto condannare a un risarcimento di circa 92mila euro perché “nell’esercizio delle funzioni ha agito violando dolosamente e gravemente gli obblighi di servizio, con condotte illecite che hanno causato un danno erariale”.

Tante le violazioni messe in evidenza dall’accusa: la sottrazione della droga sequestrata, lo spaccio nel territorio jesolano, attestazioni e verbali falsificati, perquisizioni e altro ancora che hanno portato a questa conclusione.

Grazie all’avvocato difensore del Maresca, che ha cercato di ridimensionare la situazione e messo in evidenza il disagio psicologico ed economico del suo assistito si è evidenziato alla Corte dei Conti che l’ex finanziere avrebbe violato la legge solo negli ultimi sei mesi di servizio e che non sarebbe stato in grado di corrispondere al pagamento di una somma troppo elevata. Da qui è stata decisa la quantificazione di 15mila euro, di gran lunga inferiore a quella richiesta della Procura contabile.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...