3.7 C
Venezia
domenica 24 Gennaio 2021

Furti nei negozi di Venezia, poliziotti sgominano banda di romeni

Home Notizie Venezia e Mestre Furti nei negozi di Venezia, poliziotti sgominano banda di romeni
sponsor

Furti nei negozi di Venezia banda arrestata

sponsor

Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato San Marco in servizio di controllo del territorio in città, hanno proceduto all’arresto di quattro cittadini di nazionalità rumena che avevano derubato il proprietario del negozio di maschere denominato “CA MACANA ATELIER”.
Lo stesso negoziante, accortosi del furto subito, aveva subito chiamato il 113 segnalando quanto stava accadendo.

commercial

La pattuglia del Commissariato giungeva sul posto pochi minuti dopo il fatto e grazie alla descrizione fornita dal commerciante e le immagini della telecamere di videosorveglianza, riconosceva immediatamente gli autori del reato, che già erano noti alle forze dell’ordine visti i loro precedenti penali specifici.
Dalle immagini estrapolate si percepiva la destrezza dei soggetti che, con un’abile mossa, avevano distratto il negoziante e si erano appropriati dell’incasso dell’intera giornata.

I poliziotti hanno immediatamante iniziato la ricerca dei responsabili, che terminava poco dopo presso la zona del ponte degli Scalzi dove gli indiziati venivano individuati.
Gli agenti non hanno proceduto immediatamente all’arresto ma hanno aspettato che gli indiziati si muovessero per seguirne le mosse.

Ed infatti, i quattro – dopo aver osservato vari negozi – si soffermavano davanti ad un’attività in lista di Spagna. Uno di essi, poi identificato per TOMULESCO Ioan, si era appostato all’ingresso del negozio facendo da palo, mentre gli altri tre sono entrati.

Non solo: gli operatori hanno notato cone i soggetti, tra il primo episodio criminoso e quello successivo, si fossero cambiati d’abito, nell’evidente tentativo di dissimulare la loro presenza qualora le Forze dell’Ordine li stessero cercando. La cosa però non sfuggiva agli occhi allenati dei poliziotti, i cui visi erano ormai ben conosciuti e proprio per questo nella memoria degli agenti nonostante il diverso abbigliamento.

Prima di terminare l’ennesima attività criminosa, gli agenti li hanno bloccati, interrompendo di fatto i loro propositi sbarrando loro le vie di fuga, mentre il quarto uomo veniva fermato in strada.
Oltre all’incasso del furto compiuto nel negozio di maschere, i quattro cittadini rumeni venivano trovati in possesso di altro materiale rubato: tra cui anche un Ipad ed uno smartphone.

I quattro pregiudicati sono stati quindi identificati per:
PITAI Alin Bogdan, nato a Iasi (Romania) il 18/01/1991, domiciliato a Ferrara (pregiudicato);
COLAC Marian, nato a Iasi (Romania) il 23/08/1993, domiciliato a Ferrara (pregiudicato);
CSAPO Stefan, nato a Iasi (Romania) il 22/12/1986, domiciliato a Ferrara (pregiudicato);
TOMULESCU Ioan, nato a Iasi (Romania) il 18/01/1991, S.F.D. sedicente (pregiudicato).

I quattro sono stati arrestati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per concorso in furto e ricettazione, mentre la refurtiva veniva riconsegnata ai legittimi proprietari che ringraziavano per il celere ed efficace operato degli agenti del Commissariato San Marco.

25/09/2015

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...
sponsor

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
commercial

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.