figlie-nuova-era-carmen korn

Come raccontare di un era passata, quella dei nostri nonni e renderla appetibile ad un pubblico contemporaneo? Sa farlo bene Carmen Korn con il suo Figlie di una nuova era, edito da Fazi, dove veniamo catapultate nel mondo delle donne (ma anche degli uomini) del 1900.

Quattro donne sono le protagoniste di questa trilogia che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all’ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l’amica di sempre Käthe, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un’appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s’intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d’interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell’amicizia.

Donne, ma anche uomini di inizio ‘900 si intrecciano in quella che sembra un po’ l’opera della vita per la Korn, che si prende l’onore quanto l’onere di raccontarci il secolo in cui il mondo è mutato completamente e anche in maniera repentina.

Se siete già sicuri che il vostro personaggio preferito sarà una delle ragazze, potreste sbagliarvi: i personaggi maschili sono altrettanto affascinanti e ce n’è qualcuno, senza spoileravi troppo, in grado di rubarvi il cuore come i più grandi romanzi di genere.

Eppure queste quattro donne sono comunque in grado di abbracciare un pubblico ampio che potrà rivedere dei lati di se stesso in ognuna di loro, attraverso una prosa molto attenta e dettagliata, ma in grado di scorrere via in maniera semplice e coinvolgente.

Korn racconta e rende vivi questi personaggi talmente bene, che si sente il bisogno di saperne di più, si sente il bisogno di approfondire più un aspetto piuttosto che un altro, perché a queste persone, sì perché alla fine quelle diventano, ci si affeziona e non ci si accontenta, magari, di una semplice frase per raccontare un’intera emozione. Ma qui siamo davanti ad una trilogia e tutto quello che rimane sospeso, avrà tempo per prendere vita nei prossimi capitoli.

Figlie di una nuova era è un racconto interessante che vi porterà a comprendere meglio la vita dei vostri nonni o genitori, a sentirli nuovamente vicini e a capire che, anche loro, come noi, hanno avuto il cuore che batteva a mille per amore, per paura, per emozione la stessa, quest’ultima, che ci lascia Korn, pagina dopo pagina.

Sara Prian

Riproduzione vietata

Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here