Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
9.8C
Venezia
sabato 06 Marzo 2021
HomeMestre e terrafermaFermate borseggiatrici bulgare dalla Polfer, un bancomat tra le parti intime

Fermate borseggiatrici bulgare dalla Polfer, un bancomat tra le parti intime

polizia ferroviaria polfer treni

Continuano e si intensificano i servizi predisposti dalla Polizia di Stato Specialità Ferroviaria per il Veneto nella lotta contro la microcriminalità, per garantire una sempre maggior sicurezza in stazione e in tutta la zona circostante.

Nella mattinata di ieri, a Mestre, una pattuglia della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polfer Veneto, impiegata in uno dei servizi in questione in abiti civili, notava due donne “armeggiare” con fare sospetto nei pressi di uno sportello bancomat, sito poco lontano dalla stazione ferroviaria.

Le due donne continuavano ad inserire la tessera bancomat, che però veniva restituita senza erogare il denaro.

Insospettiti dalla cosa, i poliziotti si avvicinavano, ma alla loro vista le donne si allarmavano e una delle due cercava, con mossa fulminea, di nascondere la tessera bancomat.

Alla richiesta di dare spiegazioni in merito, la stessa si rifiutava, così come non accoglieva l’invito ad esibire ciò che aveva poc’anzi occultato.

A questo punto, le due giovani, identificate come B.M. e Z.E., ventitreenni cittadine bulgare in Italia senza fissa dimora, venivano accompagnate nei vicini uffici Polfer, dove, a seguito di perquisizione personale, venivano trovate in possesso della carta bancomat (nascosta nelle parti intime) e del denaro contante (riposto sotto il reggiseno).

La titolare della tessera bancomat risultava essere un’anziana signora di 86 anni residente a Mestre la quale, prontamente contattata dai poliziotti, riferiva di essersi accorta della mancanza del portafoglio solo all’interno dell’ufficio postale all’atto di pagare una bolletta.

Gli immediati accertamenti bancari confermavano che tra le varie operazione annullate vi era anche una da € 600 andata a buon fine, cifra che effettivamente veniva rinvenuta addosso alle due cittadine bulgare, oltre ad altri € 100 in contanti presenti nel portafogli e che sarebbero dovuti servire alla signora per il pagamento della bolletta.

Le due giovani sono state così tratte in arresto e portate nelle camere di sicurezza della Polizia Municipale in attesa del giudizio direttissimo previsto per la giornata odierna.

Redazione | 21/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod borseve]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...