Scandalo Mose, chiesto faccia a faccia Mazzacurati Orsoni

ultimo aggiornamento: 25/02/2015 ore 11:22

116

chiesto faccia a faccia Mazzacurati Orsoni

Disposto per il 9 marzo prossimo l’incidente probatorio per l’interrogatorio di Giovanni Mazzacurati, ex presidente del Consorzio Venezia Nuova e principale accusatore degli altri indagati nell’inchiesta Mose. Così è stato deciso dal giudice veneziano, Alberto Scaramuzza.

A chiederlo erano stati quattro mesi fa gli avvocati dell’europarlamentare indagata Amelia «Lia» Sartori (Forza Italia), accusata di finanziamento illecito del partito, ma intenzionata come altri sotto indagine, pare a trovare un accordo con la Procura veneziana.


Con l’incidente probatorio, i legali di tutti gli imputati potranno porre diverse domande a Mazzacurati, anche se pare che Giovanni Battista Muscari Tomaioli, il suo difensore, abbia intenzione di presentare certificati medici e una consulenza medico legale nella quale risulti che il suo assistito non può affrontare il viaggio dalla California, dove vive con la moglie. Il faccia a faccia Mazzacurati Orsoni dipende quindi dalla relazione sullo stato di salute dell’imprenditore.

Intanto, tra gli atti depositati dai rappresentanti della Procura in questi giorni c’è anche la richiesta di archiviazione delle accuse di finanziamento illecito al partito per i parlamentari Pd Davide Zoggia e Michele Mognato.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here