“Veneti pagheranno sanità, per extracomunitari tutto gratis”. Consiglieri fanno interrogazione

ultimo aggiornamento: 01/11/2015 ore 10:36

186

"Veneti pagheranno sanità, extracomunitari tutto gratis". Consiglieri fanno interrogazione

Giovanna Negro, Maurizio Conte, Andrea Bassi e Stefano Casali, consiglieri regionali tosiani, presentano l’interrogazione in seguito alla DGR n.1169 dello scorso settembre con la quale la giunta regionale ha recepito l’Intesa rep. atti n. 82/CSR approvata in Conferenza Stato-Regioni.

“La giunta sta pian piano annientando – spiegano i tosiani – l’identità Veneta. Ha iniziato con l’azzeramento del capitolo dedicato nel bilancio, ha proseguito con la bocciatura del Referendum per l’autonomia del Veneto ed ora vuol far pagare la sanità ai veneti che vivono all’estero”.


“A decorrere dal 1 ottobre 2015 infatti – annunciano i quattro consiglieri, rifacendosi all’interrogazione – viene meno la possibilità di rilascio/rinnovo della tessera sanitaria ai cittadini iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani all’Estero) che hanno avuto l’ultima residenza italiana in un comune del Veneto. Quindi, man mano che le tessere sanitarie scadranno i nostri veneti all’estero saranno considerati degli “stranieri” dal nostro sistema sanitario regionale e dovranno pagarsi le cure, a differenza degli extracomunitari che ricevono gratuitamente i servizi sanitari”.

Negro, Conte, Bassi e Casali interrogano quindi la giunta regionale per sapere:
“Se intende applicare il motto “più tasse e meno servizi” nei confronti dei veneti regolarmente iscritti all’AIRE – concludono i tosiani – e se intende eliminare le differenze che vedono i nostri emigranti o residenti all’estero come cittadini di “serie B” nel nostro sistema sanitario regionale, rispetto a tutti gli altri stranieri che momentaneamente vivono qui e risultano, nei fatti, dei cittadini di “serie A”.”


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here