Evade dai domiciliari per rubare al super. Scoperto, aggredisce il vigilante

ultimo aggiornamento: 19/08/2015 ore 15:59

97

Evade dai domiciliari per rubare al super

Aveva deciso che le mura di casa gli andavano strette, nonostante il beneficio della pena alternativa al carcere a seguito di condanna per violenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale e lesioni aggravate, un giovane di Udine S.R. classe 1990 , ha deciso di inforcare l’uscio di casa, in barba alle prescrizioni del giudice, prendere il treno per Venezia e scendere a Mestre, evidentemente in preda ai morsi della fame.

Il ragazzo, dopo aver girovagato per la città, decide di fare la spesa al primo supermercato incontrato, l’“Interspar” di via Torino, dove si riempie le tasche di generi alimentari sia pronti al consumo che da cuocere. Chiaramente, ben lungi dall’idea di passare alle casse per pagare il conto, la spesa viene “imboscata”, sfruttando l’affollamento delle corsie del pieno pomeriggio.


I suoi movimenti però vengono notati e l’addetto alla sicurezza del supermercato lo blocca e gli contesta il furto. Il ragazzo, per niente intimorito dall’apprezzabile mole del vigilante e dal fatto di essere già in fallo per l’”evasione” in corso, reagisce rabbiosamente e lo aggredisce fisicamente con calci, pugni e spintoni, fino a farlo cadere a terra procurandogli delle lesioni.

L’allarme immediatamente diramato al 112 ha visto il pronto intervento di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ve Mestre, che pattugliava la zona. Raccolta velocemente la segnalazione in pochi minuti l’equipaggio era sul posto, senza lasciare scampo al rapinatore-evaso.

Il ragazzo veniva quindi portato in caserma per gli adempimenti del caso, con successiva traduzione presso la casa di reclusione di Venezia, con l’accusa di rapina impropria ed evasione dagli arresti domiciliari.


Il favorevole esito dell’operazione si inserisce nell’ambito dell’opera di intensificazione del controllo del territorio, per il contrasto ai reati di natura predatoria, disposta da questo Comando, sia con l’approntamento di specifici servizi coordinati con pattuglie contermini, sia con l’accrescimento della vigilanza agli obiettivi sensibili presenti nelle rispettive giurisdizioni, nonché con il monitoraggio dei soggetti di interesse operativo nel settore.

19/08/2015

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here