Accompagnò amica all’eutanasia, deve rispondere in tribunale di istigazione al suicidio

ultimo aggiornamento: 05/05/2015 ore 17:42

181

ricoverato flebo VTREG

Fissata al prossimo 18 settembre l’udienza preliminare a carico di Angelo T., l’uomo ligure che accompagnò un’amica vicentina, O.C., verso la dolce morte in Svizzera.

Il 18 settembre prossimo Angelo T. dovrà presentarsi davanti al giudice Massimo Gerace per l’udienza preliminare.


Il pubblico ministero Gianni Pipeschi imputa al portiere d’albergo di Chiavari il delitto previsto dall’articolo 580 del codice penale, e cioè aver agevolato il suicidio di O.C., ottantenne vicentina di Arzignano, che il 30 gennaio 2014 scelse la morte in una clinica di Basilea, in Svizzera e avvisò i parenti facendo loro recapitare l’urna con le sue ceneri.

Di mezzo anche una cospicua eredità e polizze assicurative che avrebbero dovuto portare 800 mila euro proprio ad Angelo Tedde.

03/05/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here