27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Ebola, il primo malato italiano. E’ un medico

HomeCronacaEbola, il primo malato italiano. E' un medico

ebola isolamento medici

Ebola ha fatto registrare il suo primo ‘caso’ che riguarda un malato italiano. E’ un medico che ha lavorato per un mese con i malati, sempre con le tute isolanti previste, sotto le tende di Emergency.
Il primo contagiato italiano dal virus Ebola è rientrato dalla Sierra Leone, dove ha combattuto l’epidemia che ha già ucciso 5.500 persone.

Il medico è tornato a casa nella notte, su un volo dell’Aeronautica Militare, chiuso ermeticamente per l’occasione. Cinque ore di volo, con medici e infermieri a bordo, in perfetto isolamento. Arrivato a Pratica di Mare è stato trasportato all’Istituto Spallanzani di Roma, uno dei due centri specializzati in questo tipo di trattamenti.
Il primo italiano infettato da Ebola è così un medico cinquantenne che ha chiesto che il suo nome non venisse divulgato.
La sua missione era di 11 settimane con Emergency, l’organizzazione con cui aveva già lavorato in Iraq.
Domenica ha avuto un rialzo febbrile. Il primo test e poi il secondo hanno confermato la positività al virus.

Mario Nascimbeni

25/11/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.