20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Ebola a Mestre, scatta l’allarme, alla fine era malaria

HomeMestre e terrafermaEbola a Mestre, scatta l'allarme, alla fine era malaria

ambulanza personale isolamento

Ebola a Mestre oggi fa scattare tutti i protocolli legati alla sicurezza, ma fortunatamente poi il caso si è rivelato “solo” di malaria.

Una persona di origine nigeriana, residente a Mestre, di età intorno ai quarant’anni, si è rivolta oggi al Suem lamentando uno stato di febbre elevata e di prostrazione unita a modesta diarrea.

“I sintomi esposti, uniti alla notizia che il soggetto è tornato dalla Nigeria nei primi giorni di settembre – spiega il Primario di Malattie Infettive dell’Angelo, prof. Enzo Raise – hanno fatto scattare il protocollo che prevede che di fronte a questa risposte si dia atto alle procedure previste per un sospetto caso di ebola”.

Il personale del Suem si è quindi recato sul posto con l’equipaggiamento previsto – tute, maschere, occhiali a visiera e doppi guanti – per prelevare il paziente, mentre al Reparto si approntava la stanza ad alto isolamento.

Il paziente, a sua volta posto in condizioni di sicurezza con l’equipaggiamento previsto dal protocollo, è stato trasportato all’Ospedale, dove è stato ricoverato in Reparto evitando il passaggio in Pronto Soccorso. Nel contempo, si è provveduto ad avvisare il Servizio Igiene e Sanità Pubblica, per l’allerta del caso.

Verificati contatti avuti dal soggetto in Nigeria, appurato che si era recato in località lontana dai luoghi del contagio e che non aveva avuto rapporto alcuno con casi di ebola, si è nel frattempo proceduto alla visita clinica e gli esami che hanno evidenziato la non sussistenza del sospetto di ebola, confermando invece la diagnosi di malaria.

Ebola a Mestre oggi si è rivelato un falso allarme, fortunatamente, ma in funzione dei protocolli di sicurezza nell’eventualità, è stato un test che ha dimostrato, nell’eventualità, che l’Ulss 12 sarebbe pronta a fronteggiare l’emergenza.

Redazione

23/09/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.