4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Dottoressa Guardia Medica violentata: sono sconvolta, abbiamo telecamere ridicole

HomeViolenza contro le donneDottoressa Guardia Medica violentata: sono sconvolta, abbiamo telecamere ridicole
la notizia dopo la pubblicità

"Noi medici che ci prestiamo a lavorare la notte all'interno delle guardie mediche non possiamo essere più alla mercé del primo malintenzionato che decide di farci del male"

Stranieri violentano ragazza, l'aspettavano per strada. Vivono in case comunali

“Sono profondamente sconvolta come
donna, ma anche tanto come professionista. Direi quasi
umiliata”. Lo ha detto a “Mattino Cinque” la dottoressa della
guardia medica di Catania rimasta in ostaggio di un paziente che
l’ha aggredita, abusando di lei.

“Quello che mi spinge a parlare, in questo momento, va oltre
l’indagine – ha spiegato la donna – Io sono qui perché voglio
ribadire, per l’ennesima volta, che noi medici che ci prestiamo
a lavorare la notte all’interno delle guardie mediche non
possiamo essere più alla mercè del primo malintenzionato che
decide di farci del male”.

Sul suo stato d’animo il medico ha aggiunto: “Sicuramente ho
affrontato periodi migliori nella mia vita, sia come donna sia
come medico. Credo che una vicenda come questa non possa che
ferire profondamente, indelebilmente sconvolgere una donna”.
“E la cosa che mi addolora terribilmente – ha detto ancora – è
il fatto che è una vicenda che sta lacerando la vita di tutta la
mia famiglia”.

La dottoressa ha poi spiegato: “Abbiamo delle telecamere che
praticamente sono a circuito chiuso, cioè sono ridicole. Cioè a
che cosa servono? Solo ad avere delle prove se è successo un
delitto là dentro? Basterebbe utilizzare dei mezzi come una
telecamera… cioè ricollegare quelle telecamere invece di
essere a circuito chiuso in un sistema con sorveglianza remota,
cosa che abbiamo chiesto, implorato e che non ci è stato dato,
sicuramente, non dico che avrebbe evitato l’aggressione, quella
una volta che io apro… eh, succede. Però avrebbe limitato il
danno, cioè immediatamente sarebbero arrivati i soccorsi”.

“Io – ha ribadito la donna – chiedo solo di fare il mio
lavoro nel rispetto della mia dignità di medico, di tutti i
medici”. Sulla possibilità di ritornare a lavorare all’interno
della guardia medica, se fosse messa in sicurezza ha concluso:
“Forse, ma al momento non so dare una risposta”.

► Bambina violentata, il processo dura 20 anni: reato prescritto. Giudice si scusa
► Turista inglese violentata dal branco a Mestre

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...