COMMENTA QUESTO FATTO
 

Furto alla Italservices, arrestati tre romeni. Recuperata refurtiva per 220mila euro

Nella notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mestre hanno arrestato per evasione la cittadina serba M.M., classe 1984, già agli arresti domiciliari a Napoli, a seguito della misura cautelare di dieci giorni fa, perché ritenuta responsabile di spaccio di stupefacenti.

La donna, controllata a bordo di una autovettura con targa Bulgara in questa via Piave in piena notte, in esito ai numerosi servizi di controllo del territorio dedicati proprio ad una delle zone più “sensibili” di Mestre, veniva riconosciuta destinataria della misura cautelare alternativa al carcere che vorrebbe che le mura domestiche si sostituissero integralmente a quelle di una casa di reclusione.

La ragazza, molto probabilmente, era da poco giunta a Mestre e si sospetta che stesse per abbandonare il territorio nazionale in auto, per sfuggire alle proprie responsabilità e ad una probabile condanna definitiva.

Bloccata la fuggitiva, al termine degli accertamenti, è stata tratta in arresto e tradotta in carcere alla Giudecca a disposizione della Magistratura per il probabile aggravamento della misura cautelare.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here