Don Luca Biancofior e le accuse di pedofilia inventate, ragazzo condannato a 5 anni

ultimo aggiornamento: 23/10/2015 ore 21:13

207

Don Luca Biancofior e le accuse infamanti inventate

Una storia triste, quella che ha visto come protagonisti il parroco del Cristo Lavoratore di Marghera e un ragazzo di vent’anni, F.C., che dal religioso aveva ricevuto accoglienza e aiuto.

Don Luca Biancofior, ha dovuto subire accuse infamanti di pedofilia e anche tentativi di estorsione (poi smascherati) da parte del ragazzo supportato dalla madre e dal suo compagno che per questi comportamenti sono stati condannati rispettivamente a quattro e due anni di reclusione.
Al ragazzo, imputato anche per calunnia, è stata assegnata una pena di cinque anni.


Il parroco, molto stimato a Marghera, fortemente provato da questa esperienza che lo ha costretto ad allontanarsi per un periodo dal suo quartiere, molto si sarà interrogato sul perché il giovane abbia riferito fatti non veri, e il motivo della tentata estorsione, nonostante lui abbia cercato di aiutarlo, di dargli ascolto.

I condannati annunciano ricorso e forse tutto va letto in una situazione di disagio familiare e ambientale che ha portato un giovane a comportamenti dannosi nei confronti degli altri e in fondo di se stesso.

Il sociologo Gianfranco Bettin, presidente della Municipalità di Marghera, non ha mai dubitato della buonafede di Don Luca, ed esprime vicinanza e solidarietà umana nei suoi confronti: sa che sono stati mesi difficili e duri da sopportare.
“Ora – come afferma lo stesso Bettin – che da sempre analizza acutamente le problematiche giovanili “si tratta di trasformare la condanna penale in una opportunità educativa, perché la giovane età di F. lo impone”.


Un intervento riabilitativo in grado di far ripensare su quanto è accaduto, sul vissuto del ragazzo e della sua famiglia, sulle conseguenze di alcune azioni e che punti sulla valorizzazione della responsabilità individuale e collettiva, potrebbe essere un’opportunità fondamentale per il suo futuro di uomo.

Andreina Corso

23/10/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here