24 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Danneggiamento gondolini Storica, si stringono le maglie sui responsabili

HomeNotizie Venezia e MestreDanneggiamento gondolini Storica, si stringono le maglie sui responsabili

carabinieri-indagini-campo-ns
Solo un grande campione come Franco Crea poteva salvare i gondolini e la Regata Storica.
Questo il pensiero riconoscente della città interpretato da Giovanni Giusto, delegato del Sindaco alla Voga, “per aver lavorato sodo con Roberto dei Rossi e Dino Tagliapietra in un momento drammatico provocato da atti vandalici che hanno distrutto i gondolini alla vigilia dell’Evento.

Gli autori di tanto spregio sono però alle corde. I carabinieri del Lido sembrano essere sulla buona strada e fra poco presenteranno l’indagine investigativa in Procura. Dalle prime e caute rivelazioni si sa che sono state riconosciute le zone dei telefonini usati dai vandali, che le telecamere delle due aziende vicine hanno dato buone indicazioni.

Purtroppo gli esecutori sembrano essere esperti di barche, visto che i gondolini sono stati segati tutti nello stesso punto e che altre barche, come le mascarete e le caorline, sono state ignorate. Da qui la preoccupazione del mondo del remo che spera davvero non siano implicate persone amiche e comunque inerenti l’ambito della voga.

Erano dunque i gondolini nell’occhio del ciclone. E perché?
Chissà se le impronte digitali emerse a prua delle barche potranno dire qualcosa di certo, ma i sospetti già ci sono e si orientano su persone che conoscevano bene le caratteristiche del cantiere e la disposizione delle barche.

A tempo di record, Crea e i suoi amici hanno fatto il miracolo della riparazione di quei gondolini, che lui stesso aveva costruito intorno agli anni ’80. Il grande vogatore e maestro d’ascia ricorda con modestia “ di aver fatto tutto questo per amore e rispetto della città e non chiede nessun risarcimento economico al Comune”.

Il danno comunque si aggira intorno a 80mila euro: l’Assicurazione dovrebbe pagare i danni al Comune e una volta trovati i colpevoli, saranno quest’ultimi a dover risarcire al Comune stesso per il danno d’immagine provocato e le conseguenze sui mancati allenamenti.

Questo avvenimento, così brutto per gli appassionati, per chi ama vogare sull’acqua nel rispetto della città, ha rinforzato la solidarietà fra i regatanti, superato e messo a tacere qualche polemica di troppo, colore e satira pacifica, in fondo del mondo del remo.

Andreina Corso | 09/09/2016 | (Photo d’archive) | [cod restove]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.