giovedì 27 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Covid Venezia: ancora numeri molto alti. Morti due medici veneziani

HomeCovid oggiCovid Venezia: ancora numeri molto alti. Morti due medici veneziani

Francesco Gasparini e Paolo Duso, 67 anni il primo, da due anni in pensione, aveva risposto alla chiamata per rientrare in servizio, 61 anni il secondo.

Il Covid nella provincia di Venezia continua a mietere vittime a ritmi record. Dopo i 23 morti in 24 ore registrati ieri ne arrivano altri 19 nell’ultima giornata. 42 morti in 48 ore è l’impressionante cifra a cui non si era mai arrivati, nemmeno in epoca di prima ondata.
Anche i contagi continuano ad aumentare: si contano altri 596 nuovi casi in 24 ore nel veneziano. Il giorno precedente se ne erano contati 561.
539 le persone ricoverate, con 58 di esse stese in un letto di terapia intensiva.
I numeri

non accennano a diminuire dopo oltre due mesi, cioè da quando – era fine settembre – sono state segnalate per la prima volta i primi nuovi aumenti.
La pessima giornata Covid nel Veneziano si porta via, tra gli altri, anche due medici del nostro territorio.
Paolo Duso aveva 61 anni. Era un medico dentista con studi a Mirano e Treviso. Non aveva alcuna patologia concomitante. Circa tre settimane fa i primi sintomi del virus, prima un po’ di febbre, poi le difficoltà respiratorie, fino al decesso sopraggiunto ieri sera.
Francesco Gasparini, anestesista miranese, con una grande carriera all’interno della nostra Ulss,

aveva invece 67 anni.
Il medico, da due anni in pensione, era rientrato rispondendo alla chiamata di reclutamento straordinaria per forze supplementari che aiutassero a combattere questa guerra contro il virus.
Ha prestato così ancora la sua opera nelle sale operatorie dell’Ulss 3 Serenissima dove aveva già lavorato per tanti anni sempre con grande apprezzamento fino a quando, circa un mese fa, ha capito di aver contratto il virus.
Per lui è iniziata così la discesa nei meandri più profondi a cui ti costringe questa pandemia:

ricoverato al Covid Hospital di Dolo inizialmente, dopo un po’ di tempo ha visto le sue condizioni peggiorare così è stato trasferito all’Ospedale dell’Angelo di Mestre.
All’ospedale di Mestre è arrivato poi il ricovero in terapia intensiva nel quale, a causa delle gravi condizioni, è stato sottoposto a ventilazione assistita finché, giovedì sera, si è dovuto arrendere.
Il dottor Gasparini era un professionista molto stimato con competenze ad alta specializzazione nella sua materia.
La sua morte a 67 anni lascia un grande sconforto nella famiglia, nei colleghi che l’hanno curato e lancia un ulteriore messaggio, se mai ve ne fosse ancora bisogno, a tutti coloro che ancora sottovalutano il pericolo di questo virus, magari affermando che a morire siano solo ottuagenari con patologie.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...