19 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Covid in crescita su base nazionale +70%

Homeaumento casi in VenetoCovid in crescita su base nazionale +70%

Covid in crescita:  contagi aumentati del 70% in una settimana.
Si tratta di un balzo in avanti del numero dei casi positivi al virus SarsCoV2 in Italia, al punto che viene confermato un ritmo di crescita del 70% in una settimana, secondo i calcoli del fisico Giorgio Parisi.
“E’ chiaro – ha detto – che è in atto un cambiamento molto forte”.
L’epidemia di Covid-19 in Italia corre a grandi passi sotto la spinta della variante Delta e anche i decessi segnano un leggero aumento.
La scommessa è non rallentare il ritmo delle vaccinazioni nemmeno durante l’estate per ridurre al massimo ricoveri e decessi.
A descrivere l’impennata dei casi sono i dati del ministero della Salute, che segnalano in 24 ore un aumento di casi positivi da 888 a 1.534.

 

 

E’ quasi un raddoppio, una differenza che si spiega considerando che anche i test, fra molecolari e antigenici rapidi, sono aumentati in 24 ore dai 73.571 di lunedì 12 luglio, dovuti al rallentamento che di solito avviene nel fine settimana, a 192.543.
Di conseguenza il tasso di positività è sceso dall’1,21% allo 0,8% facendo il rapporto fra il totale dei casi e quello dei test.
In un giorno i decessi sono aumentati da 13 a 20, mentre si registra un lieve calo dei ricoveri nei reparti ordinari: sono 1.128, ossia 21 in meno rispetto al giorno prima. Sostanzialmente stazionaria la situazione dei ricoveri nelle unità di terapia intensiva, dove il totale dei pazienti è 157: uno in meno nel saldo tra entrate e uscite.
Gli ingressi giornalieri sono aumentati in 24 ore da 4 a 7.

 

 

Tornano a salire anche i nuovi casi giornalieri registrati nelle regioni.
L’incremento maggiore è avvenuto in Veneto, con 254 nuovi casi, seguito da Lombardia (241), Sicilia (174), Lazio (166) e Campania (136).

Il primo segnale che la discesa dei nuovi casi si era bloccata risale al 26 giugno scorso e già dal primo luglio la curva dell’epidemia di Covid-19 in Italia è tornata a salire.
All’inizio lo ha fatto lentamente, con un aumento del 10% rispetto ai casi della settimana precedente, ma rapidamente il ritmo si è accelerato fino a raggiungere il 70%, osserva Parisi.
Così gli 888 casi di lunedì 12 luglio hanno segnato una crescita del 70% rispetto a quelli di lunedì 5 luglio e gli oltre 1.500 di oggi corrispondono ad un aumento analogo rispetto ai dati di martedì 6 luglio.

“L’andamento che stiamo osservando in Italia – ha rilevato Parisi – è analogo a quello osservato in Gran Bretagna, con due mesi di ritardo, quando nel Regno Unito il numero dei vaccinati era confrontabile con quello delle persone vaccinate in Italia”.
Questa considerazione permette di gettare uno sguardo al futuro, considerando che quanto è avvenuto negli ultimi due mesi in Gran Bretagna potrebbe avvenire in Italia.
“In Gran Bretagna c’è stato inizialmente un aumento di circa il 70% dei casi a settimana, che poi si sono stabilizzati e che attualmente stanno rallentando del 30% a settimana. Complessivamente – ha proseguito Parisi – nell’arco di due mesi i casi in Gran Bretagna sono aumentati di circa 20 volte e di quattro volte ricoveri in terapia intensiva e decessi: c’è da aspettarsi più o meno la stessa cosa da noi”.

 

sponsor

C’è comunque una speranza nelle vaccinazioni, perché “se l’Italia riuscirà a mantenere il ritmo di oltre 500.000 somministrazioni al giorno, in un mese potremmo raggiungere una situazione migliore, simile a quella in cui si trova oggi la Gran Bretagna. E’ perciò molto importante – ha concluso Parisi – che le vaccinazioni continuino con lo stesso ritmo anche in luglio e agosto”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.