20.8 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Coronavirus, Prefetto: a Venezia sì in barca, ma per necessità

HomebarcheCoronavirus, Prefetto: a Venezia sì in barca, ma per necessità

Coronavirus, Prefetto: a Venezia sì in barca, ma per necessità

A Venezia le imbarcazioni sono utilizzabili per gli spostamenti delle persone motivati “da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e per motivi di salute”.

Lo chiarisce il prefetto di Venezia, Vittorio Zappalorto, al sindaco Luigi Brugnaro, che ieri si era fatto portavoce degli interrogativi dei residenti nella città storica e nelle isole.

Zappalorto sottolinea come “non sia necessaria alcuna interpretazione estensiva” delle norme. “Ciò che vale per i mezzi privati di trasporto sulla terraferma (auto, moto, bicicletta) è applicabile anche ai mezzi privati di trasporto sull’acqua quali sono le piccole imbarcazioni da diporto – rileva – l’uso delle piccole imbarcazioni da diporto può concorrere a evitare il sovraffollamento dei mezzi pubblici e quindi a favorire le misure di contenimento volute dal Governo”.

Confermato l’obbligo di avere con sé il modello aggiornato per l’autocertificazione.

Per Brugnaro “si tratta di un tema vitale per una città come Venezia che vive sull’acqua, unica al mondo. Ringrazio per la sensibilità anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, con cui c’è stata una cordiale telefonata subito dopo la mia richiesta di chiarezza all’Esecutivo”.

“E’ importante che la politica nazionale, soprattutto in queste settimane difficili, si accorga della specificità di Venezia”, conclude il sindaco.

Nella lettera firmata dal prefetto Zappalorto si sottolinea come anche per le imbarcazioni debba essere rispettato l’obbligo di mascherine e guanti monouso, oltre il distanziamento sociale, a meno che non si tratti di conviventi.

Restano in vigore, in ogni caso, tutte le limitazioni sul traffico acqueo previste dai Regolamenti comunali.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.