Coronavirus nel veneziano: sanitari contagiati all’ospedale di Dolo. I dati aggiornati

ultimo aggiornamento: 10/05/2020 ore 18:01

6277

Coronavirus veneziano: 4 decessi. Morto pescatore chioggiotto, aveva 67 anni

Coronavirus nel veneziano in fase conclamata di rallentamento: “solo” 14 nuovi contagi in un giorno. Sebbene non si possa ancora interpretare come lasciata alle spalle l’emergenza, il rallentamento dell’epidemia, assieme all’alleggerimento delle situazioni degli ospedali, fa molto ben sperare.

Rovescio della medaglia: nuovi casi sarebbero stati scoperti all’ospedale di Dolo, nel reparto di geriatria. Secondo la Cgil vi sarebbero tre operatori positivi e persino un medico ricoverato. La speranza è che la scoperta non si riveli un mini-focolaio che poi esplode in un paio di giorni com’è avvenuto a Noale.

A Venezia, sul fronte dei trasporti, permangono criticità: mentre c’è rassegnazione e rabbia nei pontili dei vaporetti dove la gente in attesa molto spesso non riesce a salire a bordo (sale solo il numero di passeggeri uguale a quello che è sceso ad ogni fermata) provoca forte disagio e indignazione quando ciò accade nelle fermate del motoscafo che va all’ospedale.

Come noto, quel giracittà passa solo una volta ogni ora e molto spesso non trovano posto a bordo persone che si devono recare proprio all’ospedale perché hanno difficoltà e non stanno bene, spesso anziane. Stessa situazione al pontile del nosocomio dove i pazienti dimessi o che hanno sostenuto una prestazione, non riescono a salire a bordo per fare rientro nelle proprie abitazioni. La situazione è definita “indegna” da chi ha assistito a queste scene ed è probabilmente la prima che va “aggiustata”.

 
 
I NUMERI DEL VENEZIANO

Casi positivi totali dall’inizio della pandemia a Venezia e provincia: 2592
Casi positivi totali dall’inizio della pandemia a Venezia e provincia in più o in meno rispetto al giorno precedente: +14

Casi attualmente positivi a Venezia e provincia: 493
Casi attualmente positivi a Venezia e provincia in più o in meno rispetto al giorno precedente: -2

Deceduti totali a Venezia e provincia: 252
Deceduti totali a Venezia e provincia in più o in meno rispetto al giorno precedente: +3

Guariti totali (negativizzati virologici*) a Venezia e provincia: 1853
Guariti totali a Venezia e provincia in più o in meno rispetto al giorno precedente: +16

Casi attuali in isolamento domiciliare a Venezia e provincia: 678
Casi attuali in isolamento domiciliare a Venezia e provincia in più o in meno rispetto al giorno precedente: -18

 
 
DECEDUTI NEL VENEZIANO

Livio Pillon, 95 anni, di Bibione, è deceduto all’ospedale di Jesolo.

Anna Maria Sbrogiò, 91 anni, di Mira, è deceduta all’ospedale di Dolo.

F.M., 92 anni, di Marghera, è deceduta a Villa Salus.

 
 
RICOVERI NEL VENEZIANO

Ospedale dell’Angelo di Mestre
Ricoverati in reparti non intensivi: 2
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +1
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 39
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 78
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale Civile di Venezia
Ricoverati in reparti non intensivi: 0
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 15
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 27
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale di Mirano
Ricoverati in reparti non intensivi: 0
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 9
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 9
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale di Dolo
Ricoverati in reparti non intensivi: 63
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: -2
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 4
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 95
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: +1
Dimessi: 112
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +6

Ospedale Villa Salus Mestre
Ricoverati in reparti non intensivi: 19
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 11
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: +1
Dimessi: 95
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale di Jesolo
Ricoverati in reparti non intensivi: 13
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 2
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Deceduti: 27
Deceduti in più rispetto al giorno precedente: +1
Dimessi: 84
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

(*) Secondo la definizione dell’epidemiologo Pierluigi Lopalco, docente di Igiene all’università di Pisa, è ipotizzato che il Sars-Cov2 si comporti come gli altri virus e dunque un soggetto che sia stato infettato rimanga, una volta guarito, in qualche modo protetto sviluppando una forma di immunità. Sui tempi di durata dell’immunizzazione, al momento, non vi è certezza scientifica. Il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano, ha spiegato che alcune patologie infettive danno immunità a vita, altre, come la Sars, hanno una copertura di circa un anno.
(**) Dal 17 aprile la Regione del Veneto comunica un solo aggiornamento quotidiano anziché due come in precedenza. Dal 28 aprile i bollettini tornano ad essere due, uno delle 8 del mattino e uno delle 17. Ciò potrebbe causare modeste discrepanze a causa del confronto con altre notizie più o meno aggiornate.
Dall’8 maggio il report di Azienda Zero modifica la sua conformazione. Al fine di non generare confusione nei lettori si preferisce sospendere da questa data la voce dei ‘negativizzati ricoverati’.
Dalla stessa data alcuni flussi risultano ‘riconteggiati’ quindi non più coerenti con lo storico precedente. In questa sede si preferisce mantenere i totali con logica autonoma, integrandoli con i dati singoli ufficiali che vengono forniti quotidianamente.
(***) Il bollettino di riferimento è di sabato 9 maggio ore 17.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here