5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.5 C
Venezia
venerdì 23 Aprile 2021

Coronavirus, distanza di 2 metri fuori dai supermercati. Vestiti per bambini al mercato. La nuova ordinanza

HomeCoronavirusCoronavirus, distanza di 2 metri fuori dai supermercati. Vestiti per bambini al mercato. La nuova ordinanza

Coronavirus, Zaia oggi: "Dovremo abituarci alle mascherine"
Coronavirus, distanze di due metri per la coda fuori dai supermercati ma sparisce il limite dei 200 metri per l’attività motoria.

Aprono i negozi di abbigliamento per i bambini e arrivano i banchi della stessa tipologia di prodotto nei mercati, che fino ad oggi erano dedicati esclusivamente agli alimentari.

Sono alcune novità della nuova ordinanza regionale per il contenimento del covid-19 annunciate oggi dal presidente Luca Zaia durante il punto stampa nella sede della protezione civile di Marghera. Le nuove disposizioni entreranno in vigore alla mezzanotte di oggi fino al 3 maggio.

Zaia ha aperto il punto stampa con la lettura dei dati aggiornati dell’emergenza sanitaria in Veneto: i casi in isolamento sono 17.902, le persone che sono risultate positive al tampone fino ad oggi 14.251, i ricoverati 1.427 a cui si aggiungono le 245 persone in terapia intensiva. I morti, negli ospedali, sono stati 769, i dimessi 1721.

Un’ordinanza che viene definita “concessoria” dallo stesso Zaia, per alcune modifiche riguardo alle aperture che rendono le restizioni più soft, ma si mettono le mani avanti: “Abbiamo cercato di fare una cosa equilibrata rispettosa del primo obiettivo: la salute dei cittadini. Aprire e chiudere le aziende non compete alla regione, questo deve essere chiaro, non compete a noi”.

Il presidente della Regione ha rivolto un appello, che ha definito preghiera, ai cittadini: “L’emergenza non è finita, l’ordinanza non deve esser vissuta come la fine dell’emergenza: abbiamo 245 persone in terapia intensiva, e ne abbiamo 1.427 in ospedale. Guardate bene questi numeri, Se questi non scendono o, peggio ancora, si alzano, bisognerà di nuovo andar giù pesanti. Questi dati saranno i nostri elementi di lettura”.

PAROLE DURE
“La prima cura al coronavirus siamo noi – ha ribadito Zaia – E’ una bella sfida capire cosa voglia dire: significa che i nostri comportamenti irresponsabili aumentano la diffusione del virus e se non sei una categoria a rischio puoi avere solo una polmonite, qualche guaio, ma non è detto. Di certo il comportamento irresponsabile porta alla morte di qualcuno che non può permettersi di essere contagiato. Quindi, quando vi viene la tentazione, pensate che c’è qualcuno che potrebbe perire”.

CHIUSURE E DISTANZE
Resta confermata la chiusura dei supermercati la domenica e i giorni festivi, quindi serrande abbassate il 25 aprile e il 1 maggio. Ma soprattutto, chi andrà a fare la spesa dovrà rispettare la distanza di sicurezza di 2 metri dalle altre persone in coda all’esterno, indossando mascherine e guanti, gel igienizzante per le mani.
Infatti, tutte le persone che usciranno di casa dovranno proteggersi naso e bocca.

“Quando ci si sposta – ha detto Zaia – bisogna avere la mascherina e guanti, in alternativa disinfettarsi le mani con il gel”.

Anche gli esercizi commerciali di apparecchi elettronici, telefonici, fotografia, elettrodomestici, dovranno restare chiusi la domenica e giorni festivi. E per quanto riguarda l’attività dei professionisti, sono incentivati gli appuntamenti su prenotazione per attività bancarie, poste e assicurative.

Tutte le aziende dovranno aver messo in atto dispositivi di protezione per i dipendenti a contatto con il pubblico, dai guanti e mascherine fino al plexiglass, gel igienizzante, sanificazione locali. Sono intensificati i controlli dello Spisal.

MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA
Misurazioni della temperatura corporea in strada e nei posti di lavoro.
“E’ vietata l’uscita a chi ha una temperatura corporea superiore a 37.5 – ha detto Zaia – se la polizia ferma una persona, misura la febbre, e la trova febbricitante, è un reato”. Nelle aziende invece “va misurata la temperatura ai dipendenti, e se c’è febbre il lavoratore va messo a riposo, a casa”.

INDUMENTI PER BAMBINI AL MERCATO
Confermata anche l’attività dei mercati a cielo aperto con la novità che da domani sarà ammessa la vendita di abbigliamento per bambini, oltre a quello di alimentari e bevande.

Le misure di contingentamento e sicurezza restano le stesse: area perimetrata, varchi d’accesso e uscita, sorveglianza, numero massimo di clienti all’interno, utilizzo di mascherine e guanti e distanza di sicurezza.

VIA I 200 METRI PER LE CORSE
Novità anche per gli sportivi. La nuova ordinanza elimina il limite dei 200 metri per chi desideri fare attività sportiva ma resta l’obbligo di rimanere in prossimità della propria abitazione. “L’attività motoria è individuale – ha ribadito Zaia – e deve svolgersi in prossimità della propria abitazione. Ho tolto i 200 metri e questo è un atto di grande fiducia, mi rivolgo soprattutto ai giovani. Bisogna usare buonsenso”. Il governatore ha spiegato che togliere i 200 metri di limite non significa poter allontanarsi qualche chilometro da casa. Una limitata apertura che presuppone, anche in questo caso, il limite di distanza di due metri da ogni altra persona.

Le uscite sono solo individuali, a meno che non si debba accompagnare persone disabili o minori di 14 anni, rispettando sempre e comunque il distanziamento sociale. “Le uscite di casa sono esclusivamente individuali – ha detto Zaia – ad eccezione dell’accompagnamento di disabili o minori, comunque rispettato distanziamento sociale. Significa che se si hanno bambini piccoli si possono portare fuori se nessun altro li può tenere”.

BARBECUE E GRIGLIATE
Grigliate e barbecue sono concesse solo all’interno del proprio giardino, ma non tra parenti che non siano all’interno del nucleo familiare. “Sono concessi solo in proprietà privata e limitati al nucleo familiare residente nella stessa proprietà – ha ammonito Zaia – Non avventuratevi a feste e quant’altro, grande elemento di diffusione del virus. Ci stanno scrivendo un sacco di cittadini nell’ultima settimana per porci questo quesito: i barbecue si posso fare solo nel proprio giardino e con il nucleo familiare, senza invitare amici o vicini di pianerottolo”.

SPOSTAMENTI DIMEZZATI E PERMESSI PER NEO PAPA’
“Abbiamo i dati dei tracciati con le celle telefoniche delle masse – ha detto Zaia – abbiamo ridotto gli spostamenti del 50%”.
I neo papà potranno far visita ai propri figli neonati negli ospedali, sono infatti ammessi gli spostamenti per l’assistenza ai parti.

GIARDINAGGIO E MANUTENZIONE SPIAGGE AMMESSE
Il giardinaggio è permesso, anche in questo caso a livello individuale. Sono ammesse le attività di manutenzione delle aree verdi pubbliche e privata, e quelle in concessione, come le spiagge.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor