7 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Coronavirus, Brugnaro: “Siamo stati lasciati soli a Venezia”

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus, Brugnaro: "Siamo stati lasciati soli a Venezia"
la notizia dopo la pubblicità

Coronavirus, Brugnaro: "Siamo stati lasciati soli a Venezia"

Coronavirus, il sindaco di Venezia torna sul periodo dell’emergenza: “Siamo stati soli”.
La città, intanto, riprende con importanti segnali dato che stasera riaprirà il Casinò e la Mostra del Cinema si farà.

“Siamo stati soli nel fronteggiare questa crisi e in qualche misura è stato meglio così”: le parole a ‘Il mattino di Radio 1′, del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, lamentando una scarsa presenza da parte del Governo nella gestione dei Comuni durante l’emergenza Covid.

“C’eravamo allenati alle disgrazie – precisa – recupereremmo se il Governo ci ascoltasse un po’ di più ma non solo a Venezia, se ascoltasse i sindaci in generale. Il nostro comune quest’anno prevede ad esempio di avere mancati introiti per circa 115 milioni di euro perché è una città turistica e meno 90 milioni di incassi dai biglietti turistici per il trasporto pubblico locale”.

Brugnaro sottolinea: “Avevamo sistemato i conti del Comune, abbiamo utilizzato i 62 milioni di euro dell’avanzo di gestione dell’anno scorso per non tagliare i servizi e in questo senso la comunità si è avvicinata, siamo diventati molto più attenti e stiamo rilanciando la città. Abbiamo aperto i centri estivi per i bambini, dove era possibile, perché stiamo facendo lo slalom con i decreti che ci arrivano sulla testa”.

Il sindaco poi annuncia che verrà riaperto “il Casinò di Venezia “grazie all’aiuto del Ministro Lamorgese e del Presidente Zaia”. “Inoltre abbiamo deciso di svolgere la Biennale del Cinema – sottolinea – che, confermo, verrà fatta”.

“Stanno rientrando un po’ alla volta i turisti, sarà un tunnel difficilissimo per le nostre imprese, per i nostri artigiani e tutta la filiera turistica – conclude – che il governo ha dimenticato”.

(foto: il sindaco Brugnaro in Campo San Polo lunedì scorso)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...