Coppa italia di Subbuteo, ASD Serenissima Mestre fa la sua figura

ultimo aggiornamento: 28/02/2015 ore 05:18

144

Trofeo Open Fisct Torre Pendente a Pisa, Serenissima Mestre

Nel Palazzetto dello sport Bernardo Speca di San Benedetto del Tronto, lo scorso week-end del 22/23 febbraio si sono date battaglia 34 squadre, provenienti da ogni angolo della penisola, per conquistare la Coppa Italia di Subbuteo, il trofeo più prestigioso messo in palio annualmente dalla FISCT (Federazione Italiana Sport Calcio Tavolo).

La competizione prevedeva il sabato un girone eliminatorio che consentiva di accedere al girone finale della Domenica da cui sarebbe derivato il tabellone finale con quarti di finale, semifinali e finali. Giunta alla sua XIX edizione, la manifestazione ha assunto sempre più importanza nel panorama nazionale. A dimostrazione di ciò a partire da quest’anno è stato dedicato un intero week-end per il suo svolgimento.


L’ASD Serenissima Mestre si è presentata all’appuntamento con la squadra Open e la squadra Primavera.

La Coppa Italia Primavera, che si assegna aggiudicandosi il girone unico a nove squadre, vede in campo le giovani promesse del Serenissima Mestre: Lazzari T., Lazzari R., Hoxa e Vannucchi. Al termine degli otto incontri si classificano al settimo posto su nove squadre, niente male per essere alla prima partecipazione!

La squadra Open del Serenissima Mestre è presente alla manifestazione con Bellotto Edoardo, William Dotto (convocato anche per uno stage con la nazionale di calcio da tavolo), Mastropasqua Alessandro e Marco Bernardis, sono inseriti in un girone di ferro con la corazzata F.lli Bari Reggio Emilia , Stabiae, Bulldog Vicenza e Foggia. La squadra passa per seconda battendo Vicenza e Foggia con un doppio 4-0, Stabiae 3-1 e perdendo l’unica partita con Reggio per 3-0, si qualifica però per la Coppa Italia Master della domenica. Nel girone trovano tre squadre di serie A. Pareggio con Perugia, sconfitta con Pierce e vittoria con Salernitana. Arrivano secondi a pari merito con Perugia ma escono malgrado la differenza reti favorevole nello scontro diretto.


Nonostante il mancato passaggio ai quarti l’ ASD Serenissima Mestre ha disputato un’ottimo torneo giocando allo stesso livello con squadre più blasonate che militano in serie A.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here