Je suis Charlie, e dopo? Convegno al Goldoni, Venezia blindata

ultimo aggiornamento: 19/02/2015 ore 20:43

88

Convegno al Goldoni, Venezia blindata

Venezia blindata per l’incontro al Teatro Goldoni, dedicato a Je suis Charlie, delle ore 19.
La zona verrà bonificata poco prima dell’inizio dell’evento con il dispiegamento di diversi uomini in borghese. Inoltre tutte le persone che decideranno di partecipare alla serata verranno schedate, in modo, da agevolare la polizia.

I controlli saranno comunque mirati e sono pensati per mettere al sicuro la città, ma allo stesso tempo creare meno disagio possibile. I filtri mobili, impiegati già durante il Carnevale, controlleranno il contenuto delle borse e degli zaini sia delle persone dirette al teatro, sia quelle di passaggio nella zona.


L’accesso alla serata, in ogni caso, potrà avvenire solo su prenotazione, via mail a info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it o recandosi direttamente alla biglietteria del Teatro Goldoni entro le ore 17 del giorno stesso.

L’evento Je suis Charlie. E dopo?, curato da del Teatro Stabile del Veneto, Ca’ Foscari, Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Oasis e Conservatorio Benedetto Marcello, vedrà avvicendarsi sul placo la giornalista di La7 Myrta Merlino, Houssam Najjar, ex foreign fighter di religione islamica e nazionalità irlandese, Padre Samir Khalil Samir, teologo gesuita, Adnane Mokrani e Serra Yilmaz, attrice turca, musa di Ferzan Ozpetek.

Redazione


[19/02/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here