Controlli sicurezza: camping di Jesolo aveva ospiti non registrati

ultimo aggiornamento: 16/02/2015 ore 19:57

85

polizia camping di Jesolo

A seguito di specifiche disposizioni del Questore di Venezia Angelo Sanna, nei giorni scorsi gli agenti del Commmissariato di P.S. di Jesolo hanno svolto una capillare serie di controlli amministrativi nei riguardi di strutture alberghiere e ricettive.

E proprio nel corso dell’attività, i poliziotti hanno accertato che presso un noto camping di Jesolo, in via Don Giovanni Bosco, non erano state registrate le persone in quel momento alloggiate: il 58enne titolare della struttura aveva infatti utilizzato i più svariati espedienti e scuse al fine di giustificare l’assenza di comunicazione sull’arrivo di almeno 8 ospiti sul sistema telematico collegato al Ministero dell’Interno che ormai da anni è in uso ai sensi del Testo Unico per le Leggi di Pubblica Sicurezza.

I poliziotti acquisivano quindi ogni utile informazione a supporto di quanto riscontrato, anche dagli ospiti presenti in quel momento nel camping.

Al termine degli accertamenti, il 56enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per la violazione degli articoli 17 (inosservanza degli ordini dell’autorità di Pubblica Sicurezza) e 109 (registro e comunicazione all’Autorità di P.S. degli alloggiati) del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here