Controlli navigazione Venezia: barca sfreccia e va in fuga. Fermato, rifiuta alcol test

ultimo aggiornamento: 10/06/2020 ore 21:54

840

Controlli navigazione Venezia: barca sfreccia e va in fuga. Fermato, rifiuta alcol test

Controlli a Venezia su barche e navigazione. In Canale della Giudecca e nella zona del Lido sono state fermate e controllate quattro imbarcazioni ieri, martedì. I conducenti che hanno commesso infrazioni in totale sono stati sanzionati per moto ondoso, eccesso di velocità, guida da parte di minore senza patente, per un totale di circa 7000 euro.

Durante i controlli, una barca in particolare ha creato non pochi problemi agli operatori della volante lagunare impegnati nel posto di controllo del Lido: con a bordo due soggetti, il natante, che sfrecciava ad alta velocità, all’intimazione dell’ALT ha cercato di sfuggire alle verifiche, infilandosi in un rio interno.


I poliziotti, vista l’impossibilità di transitare sotto i ponti a causa dell’alta marea, hanno proseguito l’inseguimento prima a piedi e poi salendo in sella ad uno scooter fino a riuscire a bloccare i due, anche grazie all’ausilio della pattuglia del Commissariato di San Marco in servizio al Lido.

Oltre alle sanzioni nautiche per velocità, moto ondoso e per rifiuto dell’accertamento alcool-test, il conducente è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per non aver ottemperato all’ALT di Polizia, mentre il passeggero è stato denunciato per oltraggio a Pubblico Ufficiale. Ad entrambi, inoltre, è stata contestata la sanzione Covid in quanto erano privi di mascherina.

Con l’approssimarsi della bella stagione, particolare attenzione delle forze dell’Ordine è rivolta proprio al controllo degli spazi acquei della laguna, in virtù del notevole incremento del traffico diportistico. Proprio in ragione di tale situazione, l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, su specifico input del Questore, Dott. Maurizio Masciopinto, ha predisposto un progetto operativo mirato al controllo del territorio lagunare per garantire la sicurezza degli utenti e la prevenzione di incidenti.


Per questo, sono stati intensificati in questi giorni i servizi di controllo da parte delle Volanti lagunari, nonché degli equipaggi della neonata Squadra controllo Acque Interne, grazie anche all’utilizzo degli acquascooter, che possono navigare in acque basse, dove le imbarcazioni avrebbero difficoltà a spingersi.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here