Conte accusato di frode sportiva nel processo per calcioscommesse

ultimo aggiornamento: 11/02/2015 ore 05:54

87

Conte accusato di frode sportiva nel processo per calcioscommesse

La pratica relativa alle partite truccate non è esaurita. Conte accusato di frode sportiva nel processo per calcioscommesse è l’ultimo capitolo, quello di cui forse tifosi e sportivi vorrebbero non aver mai sentito parlare.

Calcio malato.
Dal 2007 fino al 2013, circa, avvengono vari fatti registrati nelle 108 pagine dell’atto di chiusura delle indagini stilato dal procuratore di Cremona Roberto Di Martino.
Questa fase è quella che precede il rinvio a gudizio, è il risultato di quattro anni di lavoro investigativo che vede circa 230 persone indagate, un migliaio di telefonini e computer analizzati, arresti eccellenti, processi sportivi e la scoperta alquanto sconcertante che centinaia di partite sono state o taroccate oppure oggetto di tentate combine ad opera di organizzazioni criminali anche straniere che usavano il calcio italiano per arricchirsi.


Partite truccate.
Come si è scoperto che esistevano combine?
Per caso durante un’altra indagine: nel dicembre 2010 alcuni giocatori della Cremonese presentarono denuncia contro ignoti per tentato avvelenamento!
(indagine correlata su presunta ritorsione per aver infranto qualche patto?)

La famosa inchiesta che vede ancora un Sculli dalla posizione incerta, mentre Bonucci e Criscito dovrebbero andare verso l’archiviazione, vede confermata l’accusa di associazione a delinquere per Beppe Signori, confermata l’accusa per l’ex calciatore dell’Atalanta Cristiano Doni , indagati l’attuale capitano della Lazio Stefano Mauri e l’ex calciatore Stefano Bettarini con un’altra sessantina di persone.
Ma c’è un altro nome di spicco nelle sue pagine.

Antonio Conte, c.t. della Nazionale, è coinvolto nel’inchiesta.
Caduta l’accusa di associazione a delinquere, resta in piedi quella di frode sportiva per le partite del Siena (di cui nel 2011 era allenatore), contro Novara e Albinoleffe.
AlbinoLeffe-Siena è già costata a Conte una squalifica per 4 mesi della giustizia sportiva, ma parallelamente si muove anche la Procura di Cremona che ipotizza il reato per due frodi.
«Conte è accusato di frode sportiva? Ha già pagato», dice un po’ intempestivamente il presidente del Coni Giovanni Malagò.


E mentre i soliti seguaci della dietrologia ipotizzano che dietro le dimissioni di Conte da allenatore della Juventus ci sia anche il “danno di immagine” che accompagna il tecnico per il suo coinvolgimento in questo filone del calcioscommesse, per cui sarebbe stato opportuno staccarsi dalla società bianconera alla ricerca di una nuova aurea di pulizia nel dopo-Moggi, si è saputo che le richieste di rinvio a giudizio dovrebbero arrivare entro Maggio, mentre il processo potrebbe iniziare in autunno salvo eventuali proposte di patteggiamento.

Mario Nascimbeni

[10/02/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here