Commissario Zappalorto al Toniolo, ecco i conti del Comune

ultimo aggiornamento: 03/03/2015 ore 20:17

116

Commissario Zappalorto al Toniolo

Si è tenuto ieri nella cornice del Teatro Toniolo di Mestre, spazio fin troppo esagerato per il numero esiguo di persone che si sono presentate, il tanto atteso consiglio comunale indetto dal Commissario Zappalorto per informare cittadini, politici e dirigenti, sui conti di Ca’ Farsetti.

Pochi dipendenti, pochi politici, molti di più i dirigenti e i rappresentanti di categoria. Il primo a parlare è stato Michele Zuin, ex consigliere comunale di Forza Italia, che ha espresso dubbi in merito al dissesto economico del Comune, con la paura che il futuro sindaco debba vedersi già commissariato ancora prima di iniziare.


La risposta è arrivata con le slide presentate dal sub commissario, Vito Tatò: 55,8 milioni di euro è il totale che il Comune deve trovare per risanare il bilancio. Uno scoglio difficile da superare, come ha dichiarato lo stesso Zappalorto, ma soldi che Ca’ Farsetti deve trovare nonostante le riduzioni dei trasferimenti statali, le sanzioni per lo sforamento del Patto, le minori entrate del Casinò e le maggiori spese dei servizi.

È per questo che i commissari hanno chiesto al Governo di applicare un piano di rientro pluriennale introducendo la possibilità di riscattare alcune entrate da impieghi obbligati: la tassa di soggiorno, gli oneri di urbanizzazione e le sanzioni derivanti dal codice della strada. Lo scopo è quello di permettere al futuro sindaco di scegliere se utilizzare i soldi per sistemare le strade o per mantenere la stessa qualità dei servizi. Il sottosegretario all’Economia, Zanetti ha inoltre espresso l’esigenza di introdurre un ticket turistico per entrare in città.

Ieri però sono emerse anche altre questioni: i debiti sarebbero soprattutto delle società partecipate (Casinò in primis e trasporto pubblico locale) ed inoltre, il Patto di Stabilità ha penalizzato Venezia, ma non è l’unico responsabile della situazione negativa. Tutte cause queste, che gravano per circa una trentina di milioni di euro.


Redazione

03/03/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here