9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Comitati per respingere i migranti si attivano e si alleano attraverso il web

HomeNotizie VenetoComitati per respingere i migranti si attivano e si alleano attraverso il web
la notizia dopo la pubblicità

Comitati per respingere i migranti si attivano e si alleano attraverso il web

Ancora brucia di vergogna la civiltà offesa dalle barricate offerte dai cittadini di Goro contro dieci donne con i loro bambini, o i lucchetti sulle finestre di un albergo a Malcontenta: hanno mostrato la loro faccia peggiore quei veneti che hanno dichiarato guerra ai migranti, che si propongono di abbattere l’intero sistema di gestione dei richiedenti asilo e che delle indicazione dei prefetti fanno carta straccia.

Ora si sono organizzati in Rete, per respingere meglio. Ecco come nasce la solidarietà fra veneti in trincea che sanno come alzare la voce e ricevere applausi dai loro estimatori. Certo il loro impegno è costante e quotidiano, il Comitato “Abano dice no” forte di tremila presenze e del Sindaco Maurizio Tentori, è riuscito ad impedire la nascita di un centro di accoglienza nell’ex base militare di Abano Terme, che il prefetto di Padova aveva individuato per l’assistenza ai profughi.

Rimangono in strada i comitati, a turno vigilano affinché nessuno si permetta di occupare il loro territorio. Ci tengono a ribadire di non essere razzisti, forse per tentare di convincere chi così li giudica e dicono di essere in buona compagnia, perfino il tricolore innalzato sui gazebi, per dare lustro alla battaglia in corso.

E oltre ad Abano, Conetta e Monselice, Treviso, Rovigo, Verona, impegnati nella” Rete dei comitati per il no” a dar gambe al patto di auto aiuto, sostenuti da Forza Nuova, anche se i cittadini che si riconoscono in “questo Veneto” dicono di non volere i politici e nessuna bandiera rappresentativa dei partiti. Una bella patata bollente per la polizia che deve garantire l’ordine pubblico, come spiega il segretario regionale del Sindacato Autonomo di Polizia Fabio Ballestriero, a fronte dell’allargamento dei contestatori.

Non potevano mancare i militanti di Casapound a proposito di apolitici e i sostenitori simpatizzati del detto: a casa mia mai, e non a caso vogliono collaborare nella “cacciata ai neri”. Non mancano le beghe di bottega, su chi è più o meno protagonista della missione, ne sa qualcosa il leghista ferrarese Nicola Lodi, diventato famoso per la battaglia di Goro, apostrofato dal sindaco Diego Viviani (nessuno l’ha chiamato), che ora si offre laddove individua una probabilità di presenza “nera” perché lui sa come intervenire al grido di “10, 100, 1000 Gorino”, accontentando i veneti che lo chiamano, invocano la presenza dell’eroe del respingimento.

E l’applauso è assicurato quando si mettono gli striscioni davanti agli hotel che ospitano migranti, perché ormai il clima è quello che è, rabbia, diffidenza, paura, mentre i prefetti non sanno più a che santo rivolgersi per poter svolgere il loro difficile lavoro. Non c’è collaborazione, non siamo a Lampedusa.

Il prefetto Domenico Cuttaia si è impegnato anche nelle scuole, per parlare ai giovani dell’accoglienza, per spiegare e per capire, affinchè le prossime generazioni di uomini e donne , anche in Veneto sappiano partecipare ed espletare la necessaria solidarietà umana.

Andreina Corso

03/11/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Do ragione hai respingimenti di tutte queste persone che vengono a invadere con una presenza senza limite nel nostro territorio per il nostro quieto vivere

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...