Clonano carta di credito e prenotano vacanza, presa coppia albanese

ultimo aggiornamento: 07/12/2015 ore 17:23

112

Clonano carta di credito e prenotano vacanza, denunciata coppia albanese

Nel pomeriggio di ieri, la Squadra Volante ha identificato una coppia di albanesi professionista in materia di clonazione di carte di credito.
Alle 16.00 circa, è giunta alla Sala operativa della Questura di Venezia la segnalazione di un cittadino, presente in località Montalcino in provincia di Siena, che si era trovato, ignaro, la somma di 480,00 euro addebitata sul proprio conto corrente mediante l’utilizzo del numero della propria carta di credito.

In particolare, risultava essere stata fatta una prenotazione, tramite internet, di una stanza, per una settimana, da un’affittacamere di Mestre. Gli operatori delle Volanti, immediatamente, si recavano presso la struttura ricettiva e accertavano che la prenotazione risultava essere stata fatta da un uomo e da una donna di origine albanese.


Risaliti alla stanza prenotata dalla coppia, la porta veniva aperta dalla donna albanese e in seguito agli accertamenti fatti dagli agenti si rinveniva tutta la strumentazione necessaria alla clonazione di carte di credito.

Nello specifico, venivano trovati l’apparecchio Skimmer, dei mini cd rom, contenenti i programmi di installazione dello Skimmer e 7 carte magnetiche presumibilmente mai utilizzate.
Inoltre, si rinveniva un PC portatile e un cellulare. La stessa donna non sapeva giustificare il possesso di quanto rinvenuto.
Da ulteriori accertamenti si risaliva anche all’identità dell’uomo che aveva effettuato la prenotazione e che al momento risultava irreperibile.
La donna, S.I, nata il 7.7.1988, veniva denunciata a piede libero per indebito utilizzo di carte di credito e per ricettazione.

07/12/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here