Città d’arte venete prese d’assalto nel giorno di Pasquetta

ultimo aggiornamento: 06/04/2015 ore 19:54

108

arena di verona VTREG

Venezia e Verona: città d’arte venete prese d’assalto nel giorno di Pasquetta. A subire l’onda d’urto del turismo del week end festivo è stata naturalmente Venezia, ma quest’anno a fare la parte del leone è stata anche Verona.

Oltre 40 mila persone si sono concentrate nel centro storico della città scaligera, con parcheggi esauriti e lunghe code per entrare nell’anfiteatro dell’Arena e alla Casa di Giulietta.

Rallentamenti in corso Porta Nuova e vigili urbani impegnati nel deviare le auto nei vari posti auto ancora disponibili. Oltre un migliaio di camper invece sono arrivati nel fine settimana di Pasqua a Verona e non manca una ‘puntata’ sul lago di Garda, meta tradizionale degli ospiti di lingua tedesca. Dal tardo pomeriggio sono previsti rallentamenti dal centro verso i caselli di Verona Sud sulla Serenissima e Verona Nord sull’Autobrennero, oggi molto trafficate per vari incidenti.

Redazione

06/04/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here