Circo Nelly Orfei assaltato da un gruppo di violenti

ultimo aggiornamento: 03/09/2015 ore 10:15

85

Circo Nelly Orfei assaltato da un gruppo di violenti

Assalto armato ieri intorno alle ore 12,30 al Circo Nelly Orfei attendato a MESTRE in via Eugenio Bacchin. Un Gruppo di fanatici armati di asce coltelli e spranghe di ferro hanno fatto irruzione in un momento in cui nel circo non c’era nessuno e hanno cominciato a sfasciare tutto quello che hanno trovato, vetrate tavoli del bar sedie tagliato le corde che tenevano n piedi e tendoni, tagliato le ruote di alcuni mezzo.

Nel parapiglia generale, schiaffeggiato un dipendente del circo brasiliano e ferito con una coltellata il domatore del circo Alex finito all’ospedale e tutt’ora ricoverato in osservazione a lui sono stati messi dei punti di sutura.


“abbiamo effettuato spettacoli in tutta Europa – dichiara il direttore del circo Darix Martini – anche nelle zone più malfamate del sud Italia non avendo mai avuto alcun problema. Quello che è accaduto oggi è qualcosa di assurdo. Non avevo mai visto una cosa del genere tanta cattiveria per cosa? E meno male che i nostri bambini non erano li sotto quella tenda a giocare sarebbero rimasti scioccati o magari avrebbero subito violenze. Sono stato io che ha urlato chiamate subito la Polizia e poco dopo la banda di energumeni si è data alla fuga. Non abbiamo mai dato fastidio a nessuno ne tantomeno abbiamo nemici siamo allibiti e ora chiediamo protezione alle forze dell’ordine. Ho saputo che il nostro domatore di tigri ne avrà per un po’ e dovremo anche cercare un sostituto. L’intento dei balordi era di distruggere il circo avevano una furia violenta da far paura”

Sul posto gli agenti della questura per i rilievi e anche la Digos per le impronte digitale.
Il Circo Orfei dispone di un impianto di telecamere a circuito chiuso. Le registrazioni verranno visionate per cercare di stanare i volti dei balordi che hanno tentato di distruggere il circo Orfei.
“Ci auguriamo che si trovino i responsabile e che questo non si possa più ripetere in nessun altro circo – conclude Martini – a prescindere dai danni avuti vogliamo che paghi chi se la prende con chi vuole solo dispensare sorriso e felicità ai bambini e alle famiglie di tutto il mondo e non possiamo tollerare che a nessun nostro dipendente sia toccato un solo capello perché da sempre tutti in questo circo hanno lavorato con dignità e rispetto per tutti”.

Darix Martini


03/09/2015

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here