mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Cinque per mille alla Voce di Venezia

HomeUltime Notizie PubblicateCinque per mille alla Voce di Venezia

* * * *

5×1000 a “La Voce di Venezia”
Firma lo spazio nel riquadro per “… il sostegno al volontariato e alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” scrivendo sotto il nostro codice fiscale:
9 4 0 7 3 0 4 0 2 7 4

5X1000mio
* * * *

Il 5 x mille a La Voce di Venezia noi ve lo possiamo chiedere solo qui, nel nostro sito. Non acquistiamo pagine di giornale o altri spazi pubblicitari per raccogliere adesioni come potete vedere altri fanno. Perchè? Semplice: se avessimo i mezzi per acquistare un importante spazio sul giornale non avremmo sarebbe più necessità di chiederlo il 5×1000.

Chi siamo lo sapete. Siamo quelli che avete letto tante volte con informazioni di pubblica utilità, oppure con le ultime notizie da leggere a partire dalle 5 del mattino.

La nostra offerta di informazione, che al pubblico non costa nulla, permette di trovare on line notizie e indicazioni utili e importanti. Il nostro giornale ogni giorno parla di Venezia, informa sulla cronaca, sui fatti, sugli appuntamenti e sugli eventi della nostra città e della nostra regione oltre che sul resto. Poi ci siamo occupati di mostre, di visite guidate, abbiamo organizzato iniziative per la valorizzazione della storia e delle tradizioni veneziane e del Veneto. Abbiamo organizzato attività per i bambini e per gli anziani.

Questi servizi, gratuiti per tutti (lo diciamo con orgoglio) dal 2006 rappresentano il lavoro di una quindicina di persone che in questo gruppo investono tempo, passione e risorse proprie, ma la buona volontà da sola non è sufficiente perché ci sono i costi.

Di sicuro avrete anche apprezzato come sul nostro portale non vi siano pubblicità aggressive o codici malevoli che si insinuano nel vostro browser (e quindi nel vostro computer) quando sfogliate le nostre pagine.

Avete presente quando fate una qualsiasi ricerca in web e l’oggetto trovato vi perseguita poi per i giorni a venire? Si presenta come pubblicità suggerita in qualsiasi sito andiate a visitare nel futuro. Ecco, da noi non succede.

Oppure avete presente quando aprite una pagina di un sito e se ne apre un’altra sopra? O un rettangolo pubblicitario sopra? Altre pagine che non volevate aprire in pratica: Da noi non succede.

Questi mezzi per facili guadagni ci sono stati proposti (li usano praticamente tutti) ma noi li abbiamo rifiutati preferendo fornire ai nostri visitatori la certezza di scorrere le nostre pagine in serenità e sicurezza:

nessun codice nascosto acquisirà i vostri dati, nessun cookie pubblicitario verrà installato nel vostro browser e nessuna pubblicità si aprirà in modo inatteso.

Questa sicurezza di navigare sul sito in tranquillità la paghiamo noi ovviamente rifiutando un sostanzioso introito, ma siamo felici di farlo.

E le statistiche dicono che apprezzate: sono oltre 10 milioni i lettori che sono giunti nel nostro sito per leggere almento una pagina.

Il 5 x mille è un piccolo contributo già previsto nella vostra dichiarazione dei redditi, basta decidere a chi assegnarlo anche come apprezzamento o riconoscimento dell’utilità sociale della sua attività.

Il 5×1000 della dichiarazione dei redditi è una donazione che al contribuente non costa nulla: si decide semplicemente di darlo a qualcuno, a sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, proprio come la nostra.

Il 5×1000 è un semplice gesto, potete scriverlo sulla dichiarazione dei redditi o indicarlo al Caf o al commercialista a cui si comunica la scelta.

E’ sufficiente indicare il nostro codice fiscale di associazione no-profit: 94073040274

Sceglieteci per una volta e dite di farlo ad amici e parenti, servirà per poter continuare a garantire un servizio di informazione gratuito che esiste sul vostro territorio dal 2006.

In pratica:

5 x mille? Come si fa a destinarlo a qualcuno?

Firma lo spazio nel riquadro per “… il sostegno al volontariato e alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” scrivendo sotto il nostro codice fiscale: 94073040274 .

Grazie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"