Cinema Italia diventerà supermercato? Ultima parola ai Beni Culturali

ultimo aggiornamento: 29/05/2015 ore 17:35

127

cinema italia venezia diventa supermercato-
L’ex Cinema Italia, in Strada Nuova a Venezia, potrebbe diventare presto un supermercato. Sarà però il Ministero dei Beni Culturali, con il suo Comitato Tecnico Scientifico, ad avere l’ultima parola.
La società Immobiliare Teatro, costituita proprio per la trasformazione a supermarket dell’edificio, di proprietà della famiglia Coin, aveva rinunciato a presentare un nuovo progetto, dopo le prescrizioni poste dal sopraintendente uscente ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia, Renata Codello.
Ora però, l’architetto Alberto Tosello, che si sta occupando della pianificazione di riuso e restauro dell’edificio avrebbe presentato in Soprintendenza il nuovo progetto di variante che risponde alle modifiche richieste concordate con Aspiag Service Srl, la concessionaria del marchio Despar nel Nordest, con cui dovrebbe teoricamente aprire il nuovo supermercato.
A tutela dell’edificio, si è immediatamente mobilitato il Comitato “Salviamo il cinema Italia”, che ha lanciato in rete la sua raccolta di firme per una petizione indirizzata al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e al nuovo soprintendente di Venezia, Emanuela Carpani, appellandosi alla direttiva sulla tutela delle sale cinematografiche storiche, emanata nel 2014 dallo stesso ministro.
L’edificio venne inaugurato nel 1916, è in stile neogotico, le ringhiere, i lampadari e disegno dei quattro portali d’ingresso sono opera di Umberto Bellotto, le decorazioni pittoriche sono di Pomi (l’allegoria Gloria d’Italia al centro del soffitto della sala), Marussig, Martina, Tanozi e Perosi.
L’Università Ca’ Foscari lo aveva preso in affitto per ospitarvi alcuni dei propri corsi universitari poi lo ha lasciato, intanto, prima di una decisione definitiva, continuano i lavori di restauro delle facciate, del tetto e dell’apparato decorativo.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here