5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
12.3 C
Venezia
mercoledì 21 Aprile 2021
HomeIl casoCimici in un bed and breakfast di Venezia: studentesse in ospedale

Cimici in un bed and breakfast di Venezia: studentesse in ospedale

Cimici in un bed and breakfast di Venezia: studentesse in ospedale
Cimici nel letto: un incubo per tutti soprattutto possibile in occasione di pernottamenti in trasferta durante vacanze e gite.
Venezia questa volta teatro dell’incubo, accaduto a tre studentesse che avevano deciso di fermarsi in un bed and breakfast del centro storico.

La vicenda l’ha raccontata Mara Rumiz, referente della struttura di Emergency alla Giudecca, attraverso post in Facebook: “Provo vergogna come veneziana”, ha dichiarato l’ex assessore comunale dell’epoca Orsoni.

36 studentesse di Montreal stanno effettuando un workshop a Venezia. La maggior parte delle studentesse alloggia in un ostello di Mestre, ma le tre amiche avevano deciso di stare a Venezia per visitare meglio la città trovando posto in un appartamento visualizzato su Airbnb in zona Rialto.

Da un paio di giorni la studentessa aveva visto dei segni rossi sul corpo. Inizialmente non ci ha dato peso ma con il passare delle ore la situazione diventava sempre più pesante e le chiazze aumentavano di numero e di dimensione. A questo punto il docente accompagnatore di riferimento ha deciso di accompagnare le tre giovani all’ospedale.

«La ragazza è finita al pronto soccorso perché massacrata dalle cimici di cui era infestato l’Airbnb nei pressi di Rialto che aveva affittato con due compagne di studi», scrive Rumiz, «Anche le altre due erano state punte ma la loro reazione è stata meno pesante».

La diagnosi è stata inequivocabile: punture di cimici, verosimilmente ospiti tra lenzuola, federe e materassi, che ad alcuni possono scatenare una reazione eclatante con prurito insopportabile e grosse bolle. Cortisone, antobiotico e antistaminici i rimedi. Ma i danni non sono solo quelli “fisici” alla povera giovane, ma anche quelli all’immagine degli affitti turistici a Venezia.

«Da veneziana, mi sono sentita umiliata: neanche in situazioni di emergenza in Africa mi è mai capitato di vedere strutture infestate dalle cimici – accusa Mara Rumiz – Ma pare non sia un caso isolato: un amico triestino mi ha raccontato di aver incontrato una coppia che cercava farmaci contro le punture di cimici presenti in massa in un b&b di Venezia in cui aveva trascorso il weekend».

Le tre ragazze, intanto, dopo aver pagato due notti, sono scappate dalla stanza infestata di cimici, raggiungendo i compagni a Mestre.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor