21.7 C
Venezia
sabato 25 Settembre 2021

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

HomeVaccini e vaccinazioniChi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare.

La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare e/o a spirale, riportando spesso l’umanità sui passi percorsi, su errori e nefandezze già visti e patiti.
Smemoratezza oppure cupio dissolvi? Chissà…

Da marxista, misuro il mondo e la vita con metri materialistici e scientifici.
Chi volontariamente non si vaccina sta rubando alla biosfera un pezzettino di probabilità di allontanare il disordine dell’entropia e, a lunghissima scadenza, di evitare la dissoluzione del genere umano.

Auguri di ogni bene a tutte/i.

Lorenzo Mazzucato

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

14 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Chi non si vaccina, potendolo fare, contribuisce a prolungare, nella migliore delle ipotesi, questa situazione di crisi. Anche solo per non andare a incasinare la già complessa vita degli ospedali, con ricoveri/rianimazioni che probabilmente sarebbero destinabili a pazienti di patologie diverse dal covid. Io con tutto il cuore, cari no vax e complottisti, vi auguro di non ammalarvi mai, ad esempio, di una quache patologia oncologica che richieda chemioterapia. Sareste quelli, temo, che si vogliono curare con le erbe, il bicarbonato e la meditazione.

  2. Le pecore seguono il pastore, i lupi l’istinto. Nel più bel recinto auguro di pascere e ingrassare per bene ciascuno il suo padrone. Saluti, baccini e vaccini.

  3. C’è un’altro punto essenziale che sfugge ai no vax: se non si vaccina almeno il 70% della popolazione il virus non si ferma, anzi continua a mutare e a creare varianti magari più aggressive, costringendo i ricercatori a modificare i vaccini, in una corsa senza fine…vogliamo davvero vivere così? Leggetevi il libro “Spillover” di David Quammen, scritto nel 2012 quindi in tempi non sospetti!

  4. Altra cosa che sfugge ai no vax: se non si vaccina il 70% della popolazione il virus non si ferma e continua a mutare facendo nascere nuove varianti, magari più aggressive, contro le quali si dovrà modificare i vaccini, in una corsa senza fine… vogliamo davvero vivere così?

    • Bella questa tua battuta! Invece non so chi sia questo mazzucato… Ma gli mancano molte informazioni. Chi gli dice di seguire radioradio su youtube…. Glielo dici tu?

      Poi chi si vaccina … Porta il virus in giro .. vedi in Inghilterra che ritorneranno al lockdown… Ma non basta l’evidenza ? Fanno anche battute no…

  5. C’è un punto che sfugge (o vuole sfuggire…) ai no vax: il loro diritto di non vaccinarsi è pari al mio di non ammalarmi contagiato magari da uno di loro pertanto se ne vadano a vivere nel deserto se vogliono essere liberi da qualsiasi imposizione; nel momento in cui intendono vivere nel mondo civile allora tutti si deve sottostare al rispetto del prossimo!

    • Forse a Lei invece sfugge un semplice ragionamento. Ponendo che Lei sia vaccinata e un ipotetico soggetto “no-vax” (se proprio dobbiamo etichettarlo) no. Abbiamo due casi:
      A) Il vaccino previene l’infezione o la malattia. Ergo, Lei è vaccinata e può star tranquilla che, quantunque il soggetto “no-vax” si ammalasse, Lei non può né contagiarsi né ammalarsi.
      B) Se Lei infatti, vaccinata, potesse contagiarsi e ammalarsi a contatto con un non vaccinato, allora ciò significa che il vaccino è inutile. E allora perché iniettarsi porcheria nel corpo se è inutile?
      Cordialità,
      CT

      • E’ desolante vederev dopo quasi 2 anni di pandemia che troppi non conoscono dati oramai affermati dagli scienziati veri e sopratutto dalla casistica dei paesi a maggior vaccinazione anticovid-19, pure Fauci che senz’altro non è un no-vax lo ha chiaramente dichiarato:
        non c’e nessuna differenza in tema di trasmissione del contagio fra vaccinati e non vaccinati. In entrambi il virus s’annida nel naso e nella gola.
        Il “vaccino” risulta efficace nella maggioranza dei casi per prevenire la malattia covid-19 ma NON IMMUNIZZA ne tantomeno STERILIZZA le persone vaccinate.
        Di conseguenza il famigerato GREEN PASS è pura follia, non solo, ma consente a persone vaccinate ma contagiate, in possesso del lasciapassare di tranquillamente infettare chiunque.

    • Mi dispiace molto che ti abbiano così convinto che la realtà è questa .
      Comunque tu come la maggior parte delle persone vi aggrappate alle notizie che vi danno una certa sicurezza di capire la realtà . Ma vi lasciano nella paura.
      La nostra paura è che oltre il vaccino succederanno cose peggiori e chi capisce cosa c’è sotto viene fatto tacere e esposto al ludibrio.
      Ci chiediamo solo quanto tempo dovrá passare prima che le vere informazioni vengano a galla .
      Tu segnati questo che hai scritto perché un domani quando avrai più consapevolezza ,capirai l’altro punto di vista . Buona vita

  6. Il solo fatto ch’Ella denigri la resistenza vandeana, raggio di luce nella sanguinosa cupaggine della Francia rivoluzionaria, la quale ha poi vomitato sui poveri contadini vandeani fedeli alle tradizioni patrie la propria furia omicida, qualifica negativamente il Suo intervento.
    Ho ricontrollato i miei manuali di fisica, e – non con grande sorpresa, debbo dire – ho rilevato che nelle formule dell’entropia, tanto la quantistica quanto la termodinamica e la statistica, non compare tra le variabili il “numero di persone sottoposte a vaccinazione” (nel caso dei vaccini tradizionali; per quelli presenti dovremmo parlare di terapia genica sperimentale…). Chissà perché…
    Ella poi afferma di essere marxista, poi però sposa una concezione ciclica della storia di stampo vichiano (o forse nietzschiano?), che proprio la critica marxista ha sapientemente controbattuto nel corso del Novecento. Ma si parlava di marxisti seri, di penne del calibro di Gramsci, Paci, Della Volpe, Geymonat… pensatori che, pur nella contestabilità delle loro posizioni (infatti io marxista non sono), erano quantomeno indagatori attenti della società e avevano ben chiari i principi irrinunciabili dell’essere umano, tra cui la libertà – ivi inclusa quella di non iniettarsi porcherie varie nel corpo.
    Cordialità,
    prof. Cristoforo Testori

    • Sembra oramai che la propaganda e la deliberata ossessiva disinformazione mainstream abbia veramente fatto danni maggiori del virus stesso.
      Non è possibile vedere come dopo quasi 2 anni non si conoscono ne’ il comportamento del virus, le corrette precauzioni da adottare e ne’ tantomeno le caratteristiche del farmaco impropriamente denominato “vaccino” , riguardo a cosa cerca di contenere e cosa non fa: NON IMUNIZZA E NON PREVIENE IL CONTAGIO.
      Ma s’è preferito mantenere la confusione e stravolgere la direttiva europea sul “certificato di libera circolazione covid 19”, che la stampa tutta ha denominato beffardamente “GREEN PASS” per poter di fatto instaurare una contrapposizione fra non vaccinati e vaccinati nel miglior esempio del classico “DIVIDE ET IMPERA”, ma io direi più fra informati e “colpevolmente disinformati”, categoria quest’ultima che sembra essere la maggioranza e che la dice lunga sul livello intellettuale dell’italiano medio.
      Se un tempo questo scenario era plausibile, oggi che ognuno ha in tasca un vero e proprio computer collegato via WEB per potersi informare e confrontare le notizie, è cosa inconcepibile.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor