COMMENTA QUESTO FATTO
 

Usl 10, altro esposto alla Guardia di Finanza

“Nonostante i vuoti annuncismi del direttore della ULSS 10 Carlo Bramezza – che hanno ormai perso qualunque credibilità – rimane ancora chiuso il Punto nascite di Portogruaro, che dallo scorso giugno ha un nuovo primario, senza essere stato però dotato di un numero adeguato di medici che possano coprire i turni nelle 24 ore!

Vorrei quindi sapere dal Presidente Zaia, una volta per tutte, se il nuovo primario del Punto nascite, il dott. Enzo Cara, è stato nominato solo per tenere buoni i cittadini – che dall’estate scorsa si battono per la riapertura del centro – con l’evidente obiettivo di non perdere voti e farsi rieleggere, o se effettivamente, ma allora vogliamo una data certa, è prevista la sua riapertura.

Anche perchè, il fatto che dopo 23 anni di servizio, anche il primario di pediatria di Portogruaro abbia deciso di abbandonare la struttura, non ci fa ben sperare sulle prospettive di tutta l’area pediatrica del portograurese!

L’episodio di ieri, con la nascita di una bambina in ambulanza in corsa verso l’unico centro nascite aperto, quello di San Donà, si è fortunatamente concluso bene. Ma davvero vogliamo aspettare che accada una tragedia per capire che non si può più lasciare scoperto un servizio così essenziale in un’area di tale vastità territoriale?

Spero che il Presidente Zaia fornisca quanto prima tutte le risposte ai cittadini, fortemente preoccupati dalla persistente chiusura del reparto, e che garantisca in via immediata la messa in sicurezza delle emergenze ostetriche nel Veneto orientale”.

*Dep. Arianna Spessotto*

14/09/2016

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here