Carnevale di Venezia, un successo in sicurezza. L’impegno della polizia

ultimo aggiornamento: 21/02/2015 ore 20:03

231

Carnevale di Venezia, un successo in sicurezza

Da sabato 31 gennaio a martedì 17 febbraio scorso: 18 giorni che hanno trasformato Venezia e la terraferma in un teatro mondiale per uno degli eventi più attesi dai residenti e dai turisti che affollano la città lagunare: è il Carnevale di Venezia, periodo di maschere, sfilate, feste ed eventi mondani noti ormai in tutto il mondo.

Anche per la Polizia di Stato lagunare questo è uno dei periodi dell’anno più intensi in assoluto, dato che oltre a garantire l’Ordine e Sicurezza Pubblica in tutte le manifestazioni di rilevo, deve essere predisposta un’intensa e costante attività di prevenzione dei reati che sono tipici dei grandi eventi (furti, borseggi).


E’ stato così predisposto un dettagliato piano di servizi, con il concorso di contingenti del Reparto Mobile di Padova e personale delle Questure limitrofe messi a disposizione dal Capo della Polizia: servizi peraltro articolati su 18 ore giornaliere per garantire la necessaria sicurezza e tutela in ciascuno degli eventi pubblici organizzati in città

Al termine la Polizia veneziana ha tratto il seguente bilancio dell’attività operativa, comprendente il lavoro della Polizia Ferroviaria, anch’essa in prima linea viste le centinaia di migliaia di persone in movimento nell’arco di 10 giorni:

15 soggetti arrestati;
22 denunciati;
1500 persone controllate, di cui 753 di cittadinanza straniera;
19 locali sottoposti a controllo amministrativo;
Modiche quantità di sostanze stupefacenti poste sotto sequestro (eroina).


Non sono mancati gli interventi umanitari e socialmente delicati, i molti casi di bambini che, affascinati dalle maschere e dall’atmosfera di festa, si sono allontanati dai genitori e sono stati ritrovati con l’aiuto delle Forze dell’Ordine.

Tra tutti, l’episodio accaduto nel pomeriggio di martedì grasso, quando un giovane affetto da disabilità psichica si era smarrito dalla propria comitiva proprio davanti al piazzale della stazione di Santa Lucia: i poliziotti lo hanno trovato dopo pochi minuti in prossimità dell’approdo dei vaporetti, quando era già in preda al panico e lo hanno riportato ai suoi accompagnatori.

Redazione

[21/02/2015]

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here