mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Carnevale di Venezia 2020: apertura sabato. Gli appuntamenti di domenica

HomeCarnevale di VeneziaCarnevale di Venezia 2020: apertura sabato. Gli appuntamenti di domenica

Carnevale di Venezia 2020: aperto con la bellissima Festa sull’acqua domenica è previsto un ricco programma di appuntamenti ed eventi.

carnevale di venezia 2020 sabato e domenica

La voga, i veneziani, i piatti della tradizione, le maschere. Dopo lo spettacolo inaugurale di sabato 8 febbraio 2020 “Amoris Causa”, la Festa Veneziana sull’Acqua prosegue domenica 9 febbraio 2020 con la seconda parte organizzata in collaborazione con il Coordinamento Associazioni Remiere Voga alla Veneta e l’A.E.P.E. (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi).

Alle 11.00 il consueto corteo acqueo a cui aderiscono le associazioni remiere della città, ma non solo, salperà da Punta della Dogana.
Una moltitudine di imbarcazioni tradizionali con gli equipaggi in maschera sfilerà lungo il Canal Grande fino a raggiungere il popolare Rio di Cannaregio dove verrà accolto dall’abituale tripudio di pubblico assiepato sulle rive.

A mezzogiorno ci sarà l’atteso “Svolo della Pantegana”. L’animale di cartapesta a bordo della sua “peata” al suo arrivo al Ponte dei Tre Archi esploderà rievocando il tradizionale svolo nato come parodia del Volo dell’Angelo.

Alla conclusione della manifestazione acquea gli stand enogastronomici allestiti lungo le rive del Rio di Cannaregio inizieranno a servire, al pubblico presente, cicchetti e piatti tipici dell’enogastronomia veneziana, dai bigoli in salsa al baccalà, passando per i dolci tipici del Carnevale, frittelle e galani.

«Trovare una festa più autenticamente veneziana di così non si può – dice il direttore artistico Massimo Checchetto – per immergersi totalmente tra i canali della laguna e assaporare il meglio della cucina tradizionale veneziana, ma attenzione a non farvi rubare il boccone dalla pantegana!».

«La festa veneziana è un momento di aggregazione e partecipazione spontanea di tutti i residenti che si riappropriano del Carnevale – spiega Giovanni Giusto, consigliere comunale delegato alle tradizioni, – Non è un caso che simbolicamente apra il ricco e lungo calendario delle manifestazioni. Non ci sono temi prefissati o dress-code, ognuno è libero di vestirsi a suo piacimento. È un momento di gioia caratterizzato da un corteo che si svolge sull’acqua, l’elemento più caratterizzante della nostra città, che ne ha segnato le fortune nei secoli ed è stato il suo elemento di difesa, e che vedrà come al solito il momento topico nell’esplosione gioiosa della Pantegana. Non un simbolo di protesta ma di riqualificazione. Anche quando tutti i veneziani oppressi dalle mille difficoltà quotidiane, scompariranno dalla città, resteranno le pantegane che sono le più dure e le ultime a morire».

«È la vera apertura del Carnevale nelle tradizioni e nella cultura della città – sostiene Ernesto Pancin, direttore di Aepe (Associazione esercenti pubblici esercizi) – una festa che sarà allietata come ogni anno da cibi e cicchetti offerti dagli esercenti veneziani. È un momento molto atteso che vedrà la presenza di 10/15mila persone sulle rive del Rio di Cannaregio per una mattinata dedicata alla voga veneta e alla cucina veneziana, due tradizioni che hanno fatto entrare questa festa nel cuore dei veneziani e nel cuore della città. Si tratta di un appuntamento particolarmente goloso e di grande attrazione perché rinnova il legame tra il Carnevale e l’enogastronomia veneziana. Sarà, infatti, proprio “Amor e Tradision” il tema e il titolo della manifestazione che verrà anche ripreso sui paragrembi di tutti gli osti che saranno in prima fila per distribuire 20mila cicchetti e piatti tipici ai presenti».

Le attività di sicurezza prevedono specifiche regole comportamentali, possibili modifiche alla viabilità, in caso di raggiungimento delle massime capienze temporanea sospensione dell’accesso all’area dell’evento.

Per ogni informazione consultare il sito ufficiale (https://sicurezzavenezia.bsafe.city/la-festa-veneziana-09022020).

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Il corteo acqueo non ci sarà, le remiere si asterranno per protesta contro il comune , la assenza totale di azioni contro il moto ondoso ed il divieto di percorrere il canal grande

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.