Carcere Verona, detenuti danno fuoco: 12 poliziotti intossicati

ultimo aggiornamento: 15/10/2015 ore 09:03

153

Carcere Verona, detenuti danno fuoco: 12 poliziotti intossicati

Carcere di Verona ancora teatro di disordini. Due celle sono state incendiate da alcuni detenuti con la conseguenza che 12 poliziotti penitenziari sono rimasti intossicati mentre intervenivano per la messa in sicurezza degli altri detenuti e della struttura.

Il fatto, denunciato da una nota del Sappe, Sindacato autonomo di polizia, giunge a sole 48 ore da un analogo episodio nella stessa struttura.
“Alcuni detenuti – riferisce Donato Capece, segretario generale del Sappe – hanno dato fuoco alle celle dove erano ristretti, rendendosi responsabili di un grave episodio che poteva avere, come in parte ha avuto, gravissime conseguenze.


I detenuti irresponsabili hanno incendiato tutto ciò che era nella loro disponibilità all’interno della cella: materassi, cuscini, tavoli, sgabelli e armadietti”.
“Ancora una volta – aggiunge – poteva essere una tragedia, sventata solo grazie al tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari in servizio”.

“Non si può continuare cosi – prosegue Capece -. Non c’è alcuna sicurezza per i poliziotti penitenziari in servizio a Verona, che lavorano in pessime condizioni e con notevole stress. Gli eventi critici sono all’ordine nel giorno. Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando mandi una ispezione nel carcere di Verona”.

15/10/2015


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here