venerdì 28 Gennaio 2022
5.6 C
Venezia

Carcere di Marsiglia alle Baumettes, la pagina Facebook dei detenuti che si divertono cancellata

HomeMondoCarcere di Marsiglia alle Baumettes, la pagina Facebook dei detenuti che si divertono cancellata

carcere Marsiglia alle Baumettes

Cathy Forzi, sindacalista di polizia alle Baumettes: «Qui i prigionieri vivono come al club Med».
Si parla del carcere di Marsiglia alle Baumettes, fino a quanto si sapeva indiscutibilmente sovraffollato (1900 detenuti per 1350 posti) e notoriamente insalubre.
Foto di gruppo, durante l’ora d’aria oppure no, in pose divertite da comitiva in vacanza, di detenuti mentre fumano hashish, si fanno aria con ventagli di banconote da 50 euro, utilizzano i telefonini per chiamare mamma, fidanzata o pusher.

Carcere di Marsiglia, luogo di detenzione forzata o no? Questo quello che hanno pensato tutti quanti hanno visionato selfie e autoscatti condivisi dagli stessi detenuti su Facebook. 4.800 «mi piace» sul loro profilo, intitolato — con una certa impudenza — «MDR o Baumettes» (Morti Dal Ridere alle Baumettes).

Foto e video degli ‘ospiti’ del penitenziario durante le vacanze di Natale, ma anche dell’estate scorsa, mostravano mostravano momenti di relax in cella con un narghilè, mazzette di contanti (in carcere i detenuti non dovrebbero avere cash), pacchetti di «fumo» proveniente da un altro genere di spaccio, una varietà di cellulari da far invidia a un negozio cinese di telefonia.

L’album della vita alle Baumettes è finito però sulle pagine del quotidiano locale, La Provence , e da lì su tutta la stampa nazionale, provocando non soltanto la chiusura della pagina su Facebook, ma anche l’apertura di un paio di inchieste, un discreto terremoto politico e una raffica di perquisizioni un po’ più approfondite nelle celle e negli spazi comuni.

Intanto all’interno del carcere sarebbe stato praticato un ‘giro di vite’ alle libertà, compreso a quella che ha permesso di comunicare con l’esterno creando la pagina Facebook: via gli smartphone.

Mario nascimbeni

[07/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti