Calcio da Tavolo, ASD Serenissima Mestre si difende ai Campionati Italiani

ultimo aggiornamento: 23/04/2015 ore 20:10

130

asd serenissima mestre VTSPORT

Un risultato ottimo ottenuto con determinazione e grinta. L’ASD Serenissima Mestre ha conquistato a San Benedetto del Tronto, dove si sono svolti nel corso dell’ultimo week-end i Campionati Italiani a Squadre di Calcio da Tavolo (l’erede del mitico Subbuteo), la salvezza ed il diritto a giocare anche il prossimo anno in serie B.

Alla due giorni abruzzese hanno preso parte 65 squadre per un totale di circa 400 giocatori provenienti da tutta Italia impegnate nei campionati di serie A, B e C.


La squadra mestrina, composta da Bernardi Daniele, Mastropasqua Alessandro, Naskos Nikos, Korologos Sotiris, Renaldini Roberto, Righetto Simone e Bellotto Edoardo – quest’ultimo nel doppio ruolo di commissario tecnico e di giocatore – ha chiuso il Campionato al quart’ultimo posto precedendo Sessana, Lugo e Genova ed ottenendo così il diritto a giocarsi la salvezza ai playout contro la squadra di Sessana, che aveva terminato al terzultimo posto.

Il girone di ritorno si prospettava positivo dopo un avvio con vittoria per 2-1 contro la Real Celeste Stabie pretendente alla promozione in serie A, un pareggio con Grosseto per 2-2 ed una vittoria per 3-1 con Master Sanremo poi promossa in serie A. La quarta partita ha portato un pareggio per 1-1 contro Lugo Rooster poi retrocessa in serie C che ha compromesso il cammino positivo intrapreso fino a quel momento. La quinta partita portava alla prima sconfitta per 1-2 contro Catania (sconfitta nel playoff per la serie A), anche la sesta partita ha sortito una sconfitta per 1-2 contro Virtus Rieti (promossa in serie A). Il settimo incontro è terminato in pareggio per 2-2 contro Sessana. Ottavo e nono incontro altre due sconfitte con Lazio e Warriors Torino (vincitrice del Campionato di serie B). Le ultime due partite si sono concluse con due vittorie contro Genova (poi retrocessa in serie C) e Brescia.

Entusiasmante e tiratissimo lo spareggio finale del playout. Il Serenissima Mestre ha sfoderato una prestazione maiuscola pareggiando 1-1 l’incontro e ottenendo così quella salvezza, in virtù della miglior posizione in classifica, che era l’obiettivo di una stagione fino ad ora comunque positiva che ha visto gli atleti del Serenissima ottenere ottimi risultati in tutti i tornei cui hanno preso parte.


Per la cronaca il titolo tricolore è andato per la quinta volta nella sua storia, alla squadra di Reggio Emilia che ha preceduto Napoli e Pisa.”

24/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here