29.3 C
Venezia
lunedì 26 Luglio 2021

Intrappolava i soldi ai bancomat con la ‘forchetta’. Due anni a cittadino bulgaro

HomeNotizie Venezia e MestreIntrappolava i soldi ai bancomat con la 'forchetta'. Due anni a cittadino bulgaro

Intrappolava i soldi ai bancomat con la 'forchetta'. Due anni a cittadino bulgaro

I Carabinieri della Stazione di Marghera hanno tratto in arresto STOILOV Ivan Mitikov, un cittadino bulgaro 48enne, disoccupato residente a Marghera, in esecuzione di un ordine di espiazione pena di due anni di reclusione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica di Venezia per furto aggravato in concorso.

I fatti per i quali lo straniero è stato condannato sono avvenuti tra la fine del 2014 e la primavera del 2015, quando si era reso autore di alcuni furti di contante dai bancomat attraverso la c.d. tecnica della “forchetta”.

L’uomo infatti collocava un apposito strumento nella slot della distribuzione dei soldi di alcuni sportelli bancomat dell’hinterland mestrino e della limitrofa provincia di Treviso, che serviva a trattenere il denaro prelevato dagli utenti e che veniva rimosso allorquando questi si allontanavano scoraggiati.

Questa tecnica criminosa permetteva infatti di recuperare ingenti quantità di denaro erogate dal bancomat anche se fortunatamente in alcune occasioni le operazioni criminali non giungevano a buon fine per cause indipendenti dal volere del condannato o perché utenti più scaltri rilevavano la presenza del corpo estraneo segnalandolo alle forze dell’ordine.

Naturalmente questo tipo di azioni venivano svolte sempre nei fine settimana quando le banche erano chiuse e non si poteva segnalare la mancata erogazione all’istituto.

L’uomo, rintracciato nella serata di ieri dai Carabinieri veniva sottoposto alla detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Marghera.

02/10/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.