Brugnaro: “Venezia ce la farà”. Poi attacca il governo sulle grandi navi

ultimo aggiornamento: 05/03/2020 ore 20:40

434

Brugnaro: "Venezia ce la farà". Poi attacca il governo sulle grandi navi

“Venezia ce la farà, non so in quanto tempo. Ora abbassiamo i toni, testa bassa e grande iniezione di fiducia e coraggio. Molto è stato più raccontato di quello che è la realtà. Spieghiamolo al mondo, non diffondiamo la paura e continuiamo a vivere con tutte le limitazioni che il Governo ci ha dato”.

Così il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che oggi ha parlato alle associazioni di categoria riunite assieme alla sua giunta per raccogliere idee, azioni per contrastare i problemi derivati dall’emergenza del Coronavirus.


“Non è il momento delle polemiche, delle responsabilità – ha detto Brugnaro -. Nessuno vuole minimizzare niente, ma l’economia della città deve andare avanti, cerchiamo di non drammatizzare la situazione, e dobbiamo staccarci da questo marchio. Cerchiamo di trovare – ha spiegato – un modo unico di pensare, anche sulla scelta delle grandi navi. Bisogna avere un po’ di pazienza -. ha avvertito – le cose non si risolvono domani mattina, cerchiamo di tenere i nervi saldi e ragionare già sul domani”.

Il tavolo di confronto tra tutte le categorie economiche, coordinato dall’assessore allo Sviluppo economico, si riunirà nuovamente tra dieci giorni.

Tra gli interventi quello del presidente di Confindustria Venezia-Rovigo, Vincenzo Marinese, che ha rappresentato un calo del fatturato del 30% e ha lanciato la proposta di un patto industriale dal Veneto per l’intero Paese. “La crisi – ha spiegato – sta cambiando il territorio alle piccole e medie imprese che potranno essere nuovamente un valore aggiunto del paese visto i limiti della globalizzazione emersi in questa emergenza. Ci vuole in patto forte sul territorio – ha auspicato -, facciamo tutti un passo indietro e trovare assieme qual’è il modello da costruire”.


Marinese ha pronosticato che “la crisi si trascinerà fino al 2021. E’ questa l’occasione per rilanciare industria, turismo e lavoro. Usiamo di più i social per comunicare il piano e il rilancio del paese”.

Il presidente di Coldiretti, Andrea Colla, ha espresso la speranza che i consumatori valorizzino in questa situazione i prodotti a KM 0.

I rappresentanti di Confcommercio e Ascom, che hanno evidenziato come la situazione abbia avuto ripercussioni non solo in ambito turistico, ma anche sui piccoli esercizi, hanno manifestato la necessità di muovere l’economia.

Dai rappresentanti dei lavoratori invece è arrivato l’appello affinché gli ammortizzatori sociali siano estesi a tutte le categorie dei lavoratori, soprattutto a coloro che si trovano nella condizione di maggiore fragilità.

Il sindaco Brugnaro ha anche annunciato oggi che la giunta comunale, riunita per l’occasione in seduta straordinaria, ha deciso con una delibera urgente di posticipare di qualche mese le scadenze sui pagamento per i plateatici, la Tari.

Il sindaco ha anticipato che domani incontrerà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “al quale – rileva – spiegheremo delle cose tecniche che si possono fare” per la città e l’Italia in questa fase d’emergenza per il Coronavirus.

“Diamo inoltre – ha aggiunto – la nostra disponibilità al Governo, a cui chiederemo 150 milioni di euro per i prossimi dieci anni necessari per vari interventi, come quello del piano antincendio della città, l’escavazione dei rii”. “Si deve poi finire il Mose – sottolinea – basta con le chiacchiere: si deve dire sì e basta”.

Il sindaco ha detto di non aver ha gradito l’annullamento all’ultimo minuto dell’incontro, sempre domani, con i ministri Dario Franceschini e De Micheli. “Dovevo andare a Roma per parlare di navi, mi hanno chiamato loro. Non è giusto che ci si comporti in questo modo con gente che non ha mai polemizzato. Loro volevano dirmi qual è la loro soluzioni sulle navi. Ne hanno parlato per mesi, me lo avrebbero saputo dire prima di parlare al Comitatone, rinviato anche questo”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here