Bovolenta, incidente di caccia: uccide figlio di 15 anni

ultima modifica: 31/01/2016 ore 13:08

236

carabiniere omicidio campi

Una giornata in mezzo ai campi per una battuta di caccia al colombaccio si è trasformata in tragedia per un padre di Bovolenta che per errore ha ucciso con una fucilata il figlio di 15 anni. L’incidente è accaduto nel pomeriggio non lontano dall’azienda agricola che la famiglia Zanettin porta avanti da generazioni, producendo cereali e legumi.

Il padre Sandro, 42 anni, si era appostato dietro ad un anfratto quando accidentalmente è partito un colpo dal fucile calibro 20 che l’uomo deteneva regolarmente. Ha colpito in pieno petto il figlio Enrico, uccidendolo all’istante. Bovolenta è un piccolo comune padovano di poco più di tremila abitanti, dove tutti si conoscono.

La notizia della tragedia in pochi minuti ha fatto il giro del paese, sino ad arrivare al sindaco Anna Pittarello. Il primo cittadino si è recato subito a casa Zanettin per dare conforto ai genitori. “E’ una tragedia enorme per questa famiglia fatta di brave persone – dice – . Il papà aveva una grande passione per la caccia”. Non è escluso che il pm Sergio Dici apra un fascicolo ipotizzando per il genitore il reato di omicidio colposo.

Redazione
31/01/2016

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
"Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here