Presa borseggiatrice in flagranza: gli agenti l’avevano già acciuffata tre volte in due mesi

0
202
Borseggi a Venezia, fermata giovane bulgara. Riconosciuta per esser stata presa un paio di giorni fa

Presa borseggiatrice in flagranza: gli agenti l'avevano già acciuffata tre volte in due mesi

Continua senza sosta l’azione di contrasto ai reati predatori da parte della Polizia Municipale di Venezia. Nella mattinata di ieri, gli operatori del Servizio Sicurezza Urbana hanno arrestato una giovane croata, Petra Sipuljak, di anni 21, che aveva appena derubato una turista cinese in visita alla città.

Teatro dell’evento è stato ancora una volta l’imbarcadero Actv di fronte alla stazione ferroviaria di Venezia. La giovane borseggiatrice ha compiuto il furto, come di consueto, durante le fasi di attracco di un battello diretto a Rialto, riuscendo, in pochi istanti, ad aprire la cerniera della borsa della malcapitata, ad estrarne il portafogli e a nasconderlo. La turista si è tuttavia accorta del furto e grazie all’intervento di due vigilesse del Pronto Intervento, è riuscita a riottenere quanto le era stato sottratto: quattro carte di credito ed il corrispondente di 250 euro in varie valute.

La borseggiatrice, già tratta in arresto da personale del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale l’ 11 agosto scorso, denunciata a piede libero il 16 e 30 agosto, sempre per borseggio, e già colpita dalla misura cautelare del divieto di dimora nella regione Veneto, è stata quindi dichiarata in arresto e rinchiusa nella camera di sicurezza del Comando Generale a Piazzale Roma.

Questa mattina la giovane è stata condotta davanti al giudice monocratico di Venezia Enrico Ciampaglia e condannata alla pena di un anno e quattro mesi di reclusione, con immediata remissione in libertà.

20/09/2016

(foto di repertorio)


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here