9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Borseggiatore preso dopo inseguimento per Rialto, a Venezia

HomeBorseggiBorseggiatore preso dopo inseguimento per Rialto, a Venezia
la notizia dopo la pubblicità

Presa borseggiatrice in flagranza: gli agenti l'avevano già acciuffata tre volte in due mesi

Un altro “manolesta” fermato in centro storico. Tutto è cominciato verso le 12 di sabato pomeriggio in zona Rialto, quando personale dipendente del Commissariato San Marco, nel corso di mirati servizi antiborseggio nel centro storico della città lagunare, teatro di furti e borseggi ai danni dei numerosissimi visitatori, individuava tre persone – due uomini e una donna – che, con fare sospetto, affiancavano un gruppo di turisti asiatici.

I poliziotti restavano in posizione defilata per monitorare le mosse del trio il quale, con fare indifferente, si avvicinava sempre di più ad uno dei turisti e, dopo aver “alleggerito” il suo borsello asportando il portafoglio, si dileguava fulmineamente per portarsi in una calle adiacente, zona più riparata e lontana dagli occhi dei cittadini e dei visitatori. Dopo essersi verosimilmente spartiti il bottino, i tre lasciavano ciò che non serviva su di un portarifiuti e tentavano di allontanarsi.

È a questo punto che sono intervenuti gli uomini del Commissariato che, ripreso il portafogli abbandonato, si sono messi all’inseguimento dei malviventi i quali si disperdevano nel labirinto di calli, ognuno in una direzione diversa. Dei tre veniva raggiunto V.E., romeno di 36 anni, già noto alle forze dell’ordine, che veniva accompagnato negli uffici del Posto interforze di Piazza San Marco.

L’uomo veniva sottoposto a perquisizione personale e nelle tasche interne del giubbotto veniva ritrovata la somma di 610 euro del quale il V.E., non sapeva giustificare la provenienza.
Il romeno è stato dunque denunciato in stato di libertà per furto pluriaggravato, stante la destrezza della condotta e il concorso con altre due persone.

Si coglie l’occasione per ricordare alcuni consigli da attuare per far sì che tutti, turisti e cittadini, possano vivere la città in piena serenità, senza doversi preoccupare di divenire vittime di questi spiacevoli eventi criminosi:
1) Fate molta attenzione ai vostri effetti personali nei luoghi di grande transito (stazioni ferroviarie, terminal marittimi aeroporti), dove di solito si concentra la microcriminalità.
2) Quando salite e scendete dai mezzi pubblici o quando siete in un locale gremito di gente, fate attenzione alle persone che spingono o che premono. Ricordate che di solito chi compie il furto non è chi spinge ma un compare.
3) I borseggiatori usano diverse tecniche basate sulla destrezza, dall’azione a mano libera, all’accerchiamento con bambini, all’utilizzo di bastoni, ombrelli, con i quali fingono di sorreggersi, fate attenzione ai gruppi sospetti ed agli urti con questi mezzi.
4) Portate borse e borselli sempre rivolti verso l’interno del marciapiede, dalla parte del muro, possibilmente a tracolla o proteggendoli con l’avambraccio.
5) Non tenete il portafoglio nella tasca posteriore dei pantaloni o in borse di facile accesso.
6) Non estraete il portafoglio per prelevare i soldi in luoghi molto affollati, ma tenete una piccola somma di denaro a parte da usare all’occorrenza.
7) Lasciate gli oggetti di valore ed il danaro nella cassaforte del vostro hotel, portate con voi solo la somma che ritenete vi sarà sufficiente per la giornata.
8) Riponete i documenti in un luogo/tasca diverso dal denaro.
9) Evitate di fare sfoggio di oggetti preziosi molto vistosi, soprattutto quando usate i mezzi pubblici.
10) Se avete la sensazione di essere seguiti entrate in un bar, in un negozio o chiedete l’ausilio di qualche passante.
In caso di bisogno, rivolgetevi sempre a persone che esercitano una pubblica attività o servizi: Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia Municipale, Militari, personale in divisa.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva