Il monopattino si può dire che abbia accompagnato l’infanzia di ognuno per intere generazioni, ma oggi a Venezia è uno strumento è off limits, così come le biciclette o i pattini. E non esistono deroghe neanche per i bimbi.

Proprio un bambino di quasi cinque anni è stato “colto sul fatto” in Piazza San Marco e, povero, si è visto affibbiare dai vigili urbani una multa di 66,80 euro. Anzi, la sanzione è stata in realtà comminata al padre, ma chissà che risvolti avrà quella scena nella piccola mente in crescita.

Il padre è colpevole “di aver consentito al figlio minore – recita il verbale – di utilizzare un acceleratore di velocità in prossimità della piazzetta dei Leoncini”, a lato della Basilica.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

A nulla sono servite le sue proteste, pare anche molto accese. Il genitore si è accalorato contro gli inflessibili agenti della Polizia municipale lagunare, ma non c’era niente da fare.

All’uomo non resterà che rivolgersi ad un legale per tentare di ottenere ragione, cosa che, tra l’altro, ha già preannunciato.

Proprio questa settimana a Venezia è in corso l’approvazione del nuovo regolamento di polizia urbana, che prevede il ‘disco verde’ al monopattino per i bambini sotto i 10 anni, ma decreta anche la tutela delle zone più delicate della città, come San Marco e Rialto.

Per il momento a fare testo è il vecchio regolamento che vieta tassativamente l’uso di “ogni acceleratore di velocità” ma anche di pattini a rotelle e giochi collettivi che prevedano il lancio di attrezzi o oggetti.

Certo è che a molti veneziani, ormai abituati a subire con rassegnazione da parte dei turisti comportamenti cafoni come tuffi improvvisati nei rii e imbrattamenti di opere e selciati, la multa sembra proprio una beffa.

Al punto da scatenare una vera rivolta social, soprattutto da parte dei gruppi Facebook che denunciano da anni i problemi di chi vive in centro storico.

“Bastava un giallo al papà! quello che ha fatto il vigile e’ da rosso diretto!” scrive Emilio, mentre Andrea rincara la dose: “i vigili di Roma sgomberano criminali mafiosi, i vigili di Venezia multano bimbi in monopattino”.

Qualcuno cerca di prenderla con ironia, come Marco Gasparinetti del Gruppo 25 Aprile: “così come altri, abbiamo ricevuto anche noi il verbale con cui i genitori di un bambino di 4 anni sono stati multati per l’utilizzo (da parte del minore) di un monopattino in piazzetta dei leoncini, alle 9 di sera. Se è vero che il bambino ha 4 anni, si vede che quella sera a Venezia non c’era proprio nulla di più importante da fare, e allora verrebbe da rallegrarsene perché significa che tutto il resto è sotto controllo: merci contraffatte, plateatici elastici e abusi edilizi compresi”.

Anche l’opposizione comunale a Ca’ Farsetti critica il provvedimento. “Mi pare una sanzione esagerata, assurda – dice la capogruppo del Pd Monica Sambo – Piazza San Marco non deve diventare un parco giochi, ma che danno può aver arrecato un bimbo? Serve buon senso altrimenti la regola va cambiata”.

(foto di repertorio)

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Laura Beggiora
Giornalista, speaker radiofonica e presentatrice tv. Curatrice di eventi di cronaca e mondani, si e' trasferita in Veneto dopo lunga permanenza in Toscana. Ospite in alcune trasmissioni di Canale 5, e' attenta osservatrice del territorio che sente come casa e promuove ad ogni occasione.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here